vaccino

Article

May 28, 2022

Il vaccino (francese: vaccin) è un prodotto biologico che produce un'immunità acquisita attiva contro una specifica malattia microbica. È una sospensione di microrganismi uccisi o attenuati di un virus o di un batterio o di proteine ​​antigeniche da essi derivate che vengono prescritti per prevenire o curare o curare malattie infettive. Le proteine ​​antigeniche oggi sono prodotte senza l'uso di microbi indeboliti o uccisi e utilizzando la tecnologia del DNA ricombinante. I vaccini sono comunemente usati per prevenire e proteggere dalle malattie.

Come usare

I vaccini sono spesso iniettabili (intramuscolari o sottocutanei e intradermici) e talvolta anche orali (come la poliomielite). Le vaccinazioni ripetute sono spesso necessarie per una protezione completa e permanente contro la malattia. A volte alcuni vaccini possono essere somministrati insieme, come i vaccini triplo, doppio e MMR.

Sfondo

Edward Jenner (17 maggio 1749 - 26 gennaio 1823) è stato il primo medico inglese a scoprire il vero uso della vaccinazione. È considerato il padre dell'immunologia e si dice che abbia salvato vite più di chiunque altro. Ha vaccinato un ragazzo contro il vaiolo. È simile al vaiolo ma meno pericoloso. Dopo che Jenner ha iniettato il germe della malattia nel ragazzo, non è più stato infettato dal vaiolo perché il vaccino contro il vaiolo gli aveva dato l'immunità.

Malattie prevenibili

Le malattie più comuni che sono vaccini efficaci sono vaiolo, triplette (difterite, tetano, pertosse), poliomielite, tubercolosi, MPR (morbillo, parotite e rosolia), epatite B, meningite meningococcica, influenza, febbre gialla, tifo. Rabbia e corona

Relazione tra tipo di vaccino e immunità risultante

I vaccini con organismi vivi che hanno ridotto la loro patogenicità possono solitamente fornire un'immunità efficace e di lunga durata ai vaccini uccisi con una singola dose. Oltre al sistema immunitario umorale, questi vaccini stimolano anche il sistema immunitario cellulare, che tendono a causare reazioni simili alla forma naturale della malattia, soprattutto negli individui immunocompromessi. Per ottenere un'immunità adeguata ea lungo termine con i vaccini uccisi, questi vaccini devono essere prima iniettati più volte, e per evitare che il livello di anticorpi diminuisca e che l'immunità continui, è spesso necessario ricordare il vaccino nel futuro.

Metodi di costruzione

Il vaccino è fatto come segue: Primo H.