lingua indiana

Article

May 28, 2022

L'hindi (Crazy: हिन्दी), o più precisamente l'hindi standard moderno (Crazy: मानक हिन्दी), è una lingua indo-ariana parlata nell'India settentrionale e centrale. L'hindi è in realtà una versione standardizzata e sanscrita della lingua indo-ariana, che a sua volta ha avuto origine dal dialetto Kahribuli comune a Delhi e nelle aree circostanti dell'India settentrionale. L'hindi è scritto in iscrizione ed è una delle due lingue ufficiali del governo indiano insieme all'inglese. L'hindi è anche la lingua ufficiale dei 9 stati e 3 territori dell'Unione e una delle 22 lingue previste nella Repubblica dell'India.L'hindi è la lingua di mediazione nel subcontinente indiano e, in misura minore, in altre parti dell'India . Al di fuori dell'India, diverse lingue sono ufficialmente conosciute come "hindi" ma non sono correlate alla lingua hindi standard discussa in questo articolo e sono invece indicate come altri dialetti delle lingue indoariane come udi e bojpuri. Questi includono Fiji Hindi, che è ufficiale nelle Fiji, e Caribbean Hindi, che è parlato a Trinidad e Tobago, Guyana e Suriname. Oltre al vocabolario formale, i parlanti indiani standard hanno una comprensione reciproca dei parlanti urdu standard, che è un'altra forma ufficiale di hindi. L'hindi è la quarta lingua madre più parlata al mondo dopo il mandarino, lo spagnolo e l'inglese. Oltre all'urdu, è la terza lingua al mondo dopo il mandarino e l'inglese, in base al numero totale di parlanti nel mondo.

Nome

La parola hindi originariamente si riferiva agli abitanti delle pianure dell'Indo e del Gange. Questo nome in persiano deriva dall'hindi o indù nell'antico persiano, che deriva dalla parola sanscrita Sindo (सिन्धु) che significa fiume Indo.Sono stati usati e possono essere trovati nelle opere di persone come Amir Khosrow Dehlavi.

Data

L'hindi, come altre lingue indoariane, è un discendente diretto del sanscrito vedico, che è passato all'hindi antico e infine all'hindi moderno dopo aver attraversato i periodi puraritici di Saurasni e Apbermshe Shursini. Dopo l'arrivo del governo amministrativo islamico nell'India settentrionale, l'antico hindi ricevette molte parole e frasi dal persiano e dall'arabo, che portarono allo sviluppo della lingua indù. Nel diciottesimo secolo emerse una versione fortemente persiana dell'hindi chiamata urdu. La crescente importanza della lingua indù nell'India coloniale e il rapporto urdu-musulmano hanno portato gli indù a una versione sanscrita dell'India.