lingua kazaka

Article

May 28, 2022

Il kazako (kazako: Qazaq tili, қазақ тілі, قازاق ٴتىلى) è una lingua della famiglia delle lingue turche, che è anche molto vicina alla lingua kirghisa. Questa lingua è usata dai cosacchi. Questa lingua è un ramo delle lingue turche Qapchak ed è simile al nogai e al kirghiso, e in particolare al Qaraqalpaqi. È parlato nella Repubblica del Kazakistan, nella regione autonoma del Kazakistan (kazako: لهле ازазақ аутономиялық облысы / İle Qazaq awtonomïyalıq oblısı) nello Xinjiang, Cina. È ufficiale. Il kazako è parlato anche come lingua minoritaria ed etnica in queste regioni: 1.325.000 (Uzbekistan), 15.000 (Afghanistan), 150.000 (Turkmenistan), 120.000 (Mongolia), 100.000 (Turchia). ), 400.000 (Russia), 25.000 (sparsi in Europa) e 7.000 (Iran - Provincia del Golestan). Come altre lingue turche, il kazako è una lingua avverbiale e usa vocali per la costruzione di parole e frasi in armonia. Nell'ottobre 2017, il presidente kazako Nursultan Nazarbayev ha ordinato che l'alfabeto latino fosse sostituito dall'alfabeto cirillico entro il 2025. Distribuzione geologica Gli oratori kazaki (per lo più cosacchi) vivono nella loro vasta terra a est del Mar Caspio. La lingua ufficiale del Kazakistan è di circa 10 milioni di dialetti (basati sulle informazioni della CIA sulla popolazione e sulla quota proporzionale dei dialetti kazaki). Ci sono oltre due milioni di cosacchi in Cina e, secondo i fatti del mondo, i cosacchi si trovano principalmente nella regione autonoma cosacca dello Xinjiang.

Sistema di scrittura

Gli scritti più antichi registrati sono scritti in lingue vicine al kazako con l'antico alfabeto turco; Ma non è accettato tra i linguisti che gli stessi cosacchi lo usassero direttamente. Quasi mille anni fa, il kazako moderno era scritto in alfabeto arabo fino al 1929, quando gli scrittori sovietici proposero un alfabeto basato sul latino e poi sul cirillico nel 1940. Nell'aprile 2017, il presidente kazako Nursultan Nazarbayev ha proposto una strategia per organizzare la scrittura tra i parlanti kazaki sulla base del fatto che "la lingua e la cultura kazaka sono state distrutte". Nazarbayev ha ordinato agli autori di progettare l'alfabeto latino cosacco, creato alla fine del 2017. Così, la scrittura latina kazaka è iniziata nel 2018. Prima della proposta, più di un milione di persone in Kazakistan e Mongolia in cirillico-latino �