lingua araba

Article

May 28, 2022

L'arabo (arabo: اللُّغَة العَرَبِيّة) (ascolto) è una delle lingue semitiche e una delle sei lingue ufficiali delle Nazioni Unite, la lingua sacra nell'Islam, la lingua ufficiale nel mondo arabo e la lingua minoritaria nel resto del Nord Africa. L'arabo è la lingua ufficiale di 25 paesi e con 470 milioni di parlanti è una delle lingue più parlate al mondo. Oggi questa lingua ha 13 dialetti e dialetti diversi, ma l'arabo moderno è la lingua scritta standard accettata in tutti i paesi arabi. L'influenza dell'arabo su altre lingue del mondo come persiano, pashtu, urdu, hindi e varie lingue della famiglia linguistica turca è significativa.L'arabo è la lingua del Corano e molti dei primi musulmani scritti ed è considerata una lingua sacra da molti musulmani. Nell'età d'oro dell'Islam, l'arabo era di grande importanza come prima lingua del mondo islamico e molte opere scientifiche, letterarie e religiose furono scritte in questa lingua. Questa lingua è anche chiamata "antidoto" perché è l'unica lingua che ha un antidoto. Antidoto è la parola che ha il metodo di applicazione più difficile. La lettera zad è stata aggiunta dopo l'introduzione dell'arabo in albanese.

Data

La storia della lingua araba può essere divisa in pre e post-islamica in un modo. In epoca preislamica, la lingua araba era divisa in due rami, l'arabo meridionale e l'arabo settentrionale. L'arabo meridionale era usato in quello che oggi è lo Yemen ed è stato influenzato dalla sua connessione con gli antichi egizi e la civiltà fenicia. Con l'avvento dell'Islam, la lingua fu gradualmente dimenticata e invece la lingua araba, che è alla base dell'arabo moderno, prevalse in tutta l'Arabia Saudita. Questa lingua è ora chiamata anche arabo classico. Con le conquiste dei musulmani e della lingua araba coranica, che era molto vicina alla lingua araba formatasi, si diffuse nel tempo e oggi, come lingua araba classica, è sparsa in tutto il mondo arabofono.

Lingue semitiche

È un ramo secondario della famiglia linguistica afro-asiatica, che ha le sue radici in Medio Oriente. Queste lingue sono parlate da più di trecentotrenta milioni di parlanti in Asia occidentale, Nord Africa e Corno d'Africa, nonché in grandi gruppi di immigrati in Nord America, Europa e Australia. Sebbene alcuni semiti vivano ancora in aree remote dell'Arabia Saudita, nel corso di molti giorni hanno gradualmente lasciato la penisola e migrato nelle aree circostanti, mescolandosi alla lingua e alla cultura delle persone di quelle aree. Durante queste migrazioni, nelle zone circostanti emersero grandi civiltà, dalle quali