lingua ebraica

Article

May 28, 2022

L'ebraico o ebraico (ebraico: עִבְרִית pronunciato ayurvedico) è una delle lingue semitiche occidentali e una lingua madre in Israele che conta più di 9 milioni di parlanti. Storicamente, questa lingua è considerata la lingua dei figli di Israele, della Giudea e dei loro discendenti; Anche se non è menzionato in Tankh. I primi esempi di scrittura ebraica nell'alfabeto neo-ebraico risalgono al X secolo aC L'ebraico appartiene al ramo nord-occidentale della famiglia linguistica semitica delle lingue afro-asiatiche, ed è l'unica lingua cananea sopravvissuta e l'unica veramente di successo esempio di lingua morta. L'ebraico è anche una delle due lingue viventi del ramo semitico nordoccidentale, insieme all'aramaico, che è parlato principalmente da assiri, mandei e alcuni ebrei nel Vicino Oriente. , si fermò. Da allora in poi, gli ebrei, specialmente i loro intellettuali e immigrati, parlarono lentamente e in misura minore il greco, che era la lingua internazionale dell'epoca. Tuttavia, l'ebraico fu usato per la preghiera ebraica, la letteratura religiosa, il commercio tra ebrei e la poesia ebraica fino a quando non fu ripreso come lingua parlata e letteraria nel 19esimo secolo. Divenne quindi la lingua di mediazione degli ebrei palestinesi e alla fine fu adottata come lingua ufficiale di Israele con la fondazione di Israele. Secondo gli etnologi, nel 1998 la lingua di 5 milioni di persone nel mondo era l'ebraico. Dopo Israele, gli Stati Uniti hanno la più grande popolazione di lingua ebraica, con 220.000 madrelingua ebrei.L'ebraico moderno è l'unica lingua ufficiale in Israele, mentre l'ebraico Torah è utilizzato per gli studi religiosi e lo studio delle comunità ebraiche. L'ebraico samaritano è anche usato come lingua religiosa dei samaritani, mentre la loro lingua colloquiale è l'ebraico moderno. L'ebraico come lingua straniera è spesso studiato da studiosi e studiosi israeliani ed ebrei, archeologi, linguisti mediorientali e teologi della storia cristiana. La Torah (i primi 5 libri), e molti altri passi della Bibbia ebraica, sono scritti in ebraico, la maggior parte dei quali scritti in un dialetto che gli studiosi ritengono risalga intorno al VI secolo a.C., all'incirca all'epoca dell'esilio ebraico in Si usava Babilonia. Per questo motivo gli ebrei da tempo immemorabile, dalla lingua ebraica come Leshan Hokudesh (לשון הקודש),