Lingua

Article

June 25, 2022

Linguaggio La funzione principale del linguaggio è comunicare, cioè trasferire informazioni da una persona all'altra. Ogni sistema di comunicazione è chiamato un linguaggio unico. Non è possibile dire esattamente quanto diversi debbano essere i due sistemi per poter essere considerati lingue diverse; Ma in generale, se la lingua di due persone è incomprensibile l'una all'altra, sono due lingue diverse. La conoscenza dello studio della lingua si chiama linguistica. Le lingue sono classificate in gruppi chiamati famiglie linguistiche. Le lingue che appartengono alla stessa famiglia sono radicate in una lingua comune. Le lingue indoeuropee sono oggi la famiglia linguistica più parlata al mondo, alla quale appartiene anche il persiano. Le famiglie afro-asiatiche (comprese le lingue semitiche), il cinese-tibetano e il bantu sono altre importanti famiglie linguistiche. Ci sono almeno 7.102 lingue viventi in tutto il mondo. In alcuni paesi il numero di lingue viventi è più alto che in altri paesi. Il cinese è la lingua più parlata al mondo con 1.390.000.000 di parlanti.

Definizione più precisa

Il linguaggio è un insieme di simboli convenzionali utilizzati in una dimensione (tempo) per trasmettere un messaggio. L'estensione di una dimensione significa che ogni segno è seguito da un altro segno. L'insieme dei segni nel tempo forma un concetto nella mente umana. Una caratteristica del linguaggio umano (o di ciò che chiamiamo linguaggio in particolare) è che una parola espressa in una particolare lingua può essere scomposta due volte. In prima analisi, la parola può essere suddivisa in unità semantiche più piccole e, per essere più precisi, semanticamente semplici. Queste unità sono chiamate monolingui. Nella seconda fase, ogni monosillabo può essere suddiviso in unità fonetiche più piccole, semplici in termini di utilizzo fonetico e semanticamente prive di significato. Queste parti più piccole sono chiamate fonemi.Ad esempio, la frase "una foglia è verde" può essere suddivisa in tre parole "foglia", "verde" e "è" nella prima scomposizione. Ciascuno di questi componenti evoca in mente un solo significato e diventa privo di significato quando viene scomposto in componenti più piccoli. Quindi sono i cosiddetti semanticamente semplici. Nella seconda scomposizione, queste componenti possono essere suddivise in semplici unità fonetiche; Ad esempio, ha diviso la foglia in quattro unità (fonemi) B, -, - e. La proprietà che distingue il linguaggio dagli altri sistemi convenzionali per veicolare un messaggio è la proprietà della doppia scomposizione, che si spinge fino a unità prive di significato (e ripetitive).