Famiglia linguistica

Article

July 3, 2022

Una famiglia linguistica è un gruppo di lingue derivate da un antenato comune. Le lingue in una famiglia comune devono avere un numero considerevole di caratteristiche fonologiche, morfologiche e grammaticali comuni. E mostrare molti effetti dell'essere vivi e dell'essere vivi. Ad esempio, le lingue, come gli animali, hanno famiglie e parenti. Secondo gli etnologi, 7.117 lingue umane viventi sono divise in 142 famiglie linguistiche.

Struttura

Le famiglie linguistiche possono essere divise in unità di lignaggio più piccole, comunemente chiamate rami familiari, perché la storia di una famiglia linguistica è spesso rappresentata come un diagramma ad albero. Una singola famiglia è inclusiva; Tutti i membri sono radicati in un antenato comune e tutti i discendenti approvati di quell'antenato fanno parte della famiglia.

catena dialettale

Alcune famiglie linguistiche legate e molti rami all'interno di famiglie più grandi formano una catena dialettale in cui non ci sono confini chiari per identificare, definire o contare lingue separate all'interno della famiglia. Tuttavia, quando le differenze tra i discorsi delle diverse regioni alla fine del continuum sono tali che non c'è comprensione reciproca tra loro, la stessa cosa accade in arabo, la catena dialettale di una singola lingua non si vede in modo significativo.

Lingua unifamiliare

La maggior parte delle lingue del mondo sono legate ad altre lingue. Le lingue che non hanno parenti noti (o le relazioni familiari sono solo suggerite per loro) sono chiamate lingue monolingui. Sono essenzialmente famiglie linguistiche costituite da un'unica lingua. Oggi ci sono circa 129 lingue unifamiliari. La lingua basca è un esempio di tale lingua. In generale, si presume che le lingue unifamiliari siano imparentate o siano state correlate ad un certo punto della loro storia, ma la profondità temporale per i confronti linguistici per recuperarle è troppo grande. C'è anche un'unica lingua familiare nei rami di una famiglia linguistica codificata, come l'albanese e l'armeno all'interno dell'indoeuropeo. Il significato della parola "unifamiliare" in questi casi viene solitamente chiarito con un aggettivo. Ad esempio, l'albanese e l'armeno possono essere indicati come la "famiglia indù