esperanto

Article

June 30, 2022

L'esperanto (esperanto: esperanto) è la lingua di mediazione trascendentale più famosa al mondo, avendo il maggior numero di parlanti al mondo tra le lingue innovative esistenti. Chiunque parli o usi l'esperanto è chiamato esperanto. La lingua prende il nome da Ludwig Zamenhof (Esperanto), il creatore di questa lingua internazionale. Ha pubblicato il primo libro che ha scritto per introdurre e insegnare l'esperanto, sotto lo pseudonimo di "Esperanto", che significa "fiducioso"; Perché sperava di usare questo linguaggio come mediatore globale per aiutare a costruire pace e amicizia in tutto il mondo. Il libro era intitolato "Internacia Lingvo" (Esperanto: Internacia Lingvo) che significa "Lingua Internazionale"; Che in seguito divenne noto come il "Primo Libro" o Unua Libro ∗ (Esperanto: Unua Libro). L'obiettivo di Zamenhof, che l'UNESCO ha anche chiamato il 1987 "Anno di Zamenhof" in onore del centenario dell'esperanto, era quello di creare una lingua neutra e pacifica che fosse facile da imparare e aiutasse le persone a comprendere le diverse culture del mondo. La caratteristica unica dell'alfabeto esperanto è che è al 100% fonetico; Ciò significa che ogni lettera e parola in esperanto può essere pronunciata o scritta solo allo stesso modo; Pertanto, dopo averlo appreso, non ci saranno più problemi per lo studente nel pronunciare o dettare le parole. L'alfabeto esperanto contiene 28 lettere dell'alfabeto latino, di cui non compaiono le quattro lettere Q, W, X e Y. Per cambiare il loro suono: Ĉ, Ĝ, Ĥ, Ĵ, Ŝ, Ŭ.

Storia

La lingua internazionale dell'esperanto è stata creata nel 1887 da Ludwig Lazarus Zamenhof in Polonia. L'esperanto ha attirato l'attenzione di pensatori e scienziati di tutte le nazionalità grazie alla sua struttura scientifica e facile, e per le sue caratteristiche uniche, l'Organizzazione delle Nazioni Unite per l'Educazione, la Scienza e la Cultura (UNESCO) l'ha adottato all'unanimità in una risoluzione nel 1954. riconoscimento e insegnamento dell'esperanto a tutti i suoi stati membri come lingua internazionale e imparziale. L'UNESCO ha anche accolto con favore il 100° anniversario della pubblicazione della lingua esperanto nel 1986 in un'altra risoluzione, pur sottolineando la sua precedente decisione, ed ha espresso il proprio sostegno all'insegnamento e alla diffusione della lingua esperanto internazionale nel mondo. Alcuni di Yousef Etesami (Etesam Al-Molk), padre di P.