Asia centrale

Article

July 3, 2022

L'Asia centrale o l'Asia centrale è una vasta terra del continente asiatico che non ha confini con le acque aperte del mondo. (Senza sbocco sul mare) Sebbene non siano stati definiti confini precisi per questa terra, si ritiene comunemente che includa i paesi dell'Uzbekistan, del Tagikistan, del Turkmenistan, del Kazakistan e del Kirghizistan. La maggior parte delle altre terre includono l'Afghanistan, l'Iran nord-orientale, la Mongolia, il Kashmir, il Pakistan settentrionale e occidentale e talvolta lo Xinjiang (antico Turkestan orientale) nella Cina occidentale e la Siberia meridionale in Russia, inclusa l'Asia centrale. In epoca preislamica e all'inizio dell'Islam, l'Asia centrale era iraniana e le tribù iraniane dell'Occidente, i Sogdiani, i Kharazmi e i popoli semi-nomadi degli Sciti e dei Dahan vivevano e parlavano lingue persiane orientali. Dopo la dispersione dei popoli turchi, l'Asia centrale divenne la patria di cosacchi, uzbeki, tartari, turkmeni, kirghisi e uiguri. Le lingue turche hanno ampiamente sostituito le lingue iraniane parlate nella regione. Infatti, dopo più di mille anni durante il primo millennio, quando l'Asia centrale era il luogo degli antichi popoli dell'Iran ed era conosciuta come Turan, la terra dell'Iran o Iran straniero, era occupata da tribù miste di lingua turca provenienti da circa l'anno 1000 d.C. Cosacchi, uzbeki, tartari, turkmeni, kirghisi e uiguri hanno tutti ereditato una percentuale della genetica iraniana e le loro lingue contengono molte parole dal persiano e dal persiano. La lingua di mediazione o lingua ufficiale di molti governi degli ultimi mille anni in queste regioni è stata il persiano ed è diminuita solo negli ultimi due secoli con l'occupazione da parte di Russia e Cina e gli sforzi del panterismo nel periodo contemporaneo. I nomi di molti luoghi e città di questa regione derivano dal persiano, regione collegata alla Russia da nord, all'Iran e all'Afghanistan da sud, alla Cina da est e al Mar Caspio da ovest. La parte dell'Asia centrale che si trova tra i fiumi Amu Darya e Syrdarya era indicata nelle antiche fonti arabe e persiane come "Transoxiana" (e in persiano Farraud). Parte dell'Asia centro-settentrionale è stata anche chiamata Turkestan. L'idea di nominare queste regioni come un'unica regione geografica chiamata Asia centrale fu proposta nel 1843 dal geografo prussiano Alexander von Humboldt. Dice che l'Asia centrale si riferisce a quella parte del continente asiatico che si trova tra 5 gradi nord e 5 gradi sud e 44,5 gradi di latitudine. Non esiste ancora una definizione chiara dei confini geografici di questa regione. Alcuni sono anche dipendenti