Unione Internazionale per la Conservazione della Natura

Article

August 13, 2022

L'Unione internazionale per la conservazione della natura (IUCN) è un'organizzazione internazionale dedicata alla conservazione delle risorse naturali. È stata fondata nell'ottobre 1948, nell'ambito di una conferenza internazionale tenutasi a Fontainebleau, in Francia. Ha sede a Gland, in Svizzera. IUCN è la più grande organizzazione ambientale del mondo, con oltre 1.200 membri governativi e non governativi, oltre a circa 11.000 esperti volontari in quasi 160 paesi. Nel suo lavoro, IUCN è supportata da uno staff di oltre mille dipendenti, distribuiti in 45 uffici, e centinaia di partner del settore pubblico, non governativo e privato di tutto il mondo.[1] L'IUCN è stata fondata nel 1948. In precedenza era chiamata Unione internazionale per la protezione della natura (1948-1956) e Unione mondiale per la conservazione (1990-2008).

Missione

La missione dell'IUCN è influenzare, incoraggiare e assistere le società di tutto il mondo a conservare l'integrità e la biodiversità della natura e ad assicurare che l'uso delle risorse naturali sia equo ed ecologicamente sostenibile.[1]

Storia

Il primo direttore generale dell'Unesco, Sir Julian Huxley, desiderando dare all'organizzazione una fondazione scientifica, ha sponsorizzato un congresso per stabilire una nuova istituzione ambientale per aiutare a raggiungere questo scopo.[2] In quel primo congresso tenutosi il 5 ottobre 1948 a Fontainebleau (Francia), diciotto governi, sette organizzazioni internazionali e centosette organizzazioni nazionali per la conservazione della natura decisero di formare l'istituzione e firmarono un "atto costitutivo" che creava un'Unione internazionale per la protezione of Nature (“Unione Internazionale per la Protezione della Natura) [2] Sin dal suo inizio, la principale strategia e politica dell'istituzione è stata quella di esplorare e promuovere accordi di conservazione reciprocamente vantaggiosi con coloro che promuovono lo sviluppo, nonché di aiutare le persone e le nazioni a preservare meglio la loro flora e fauna. . [2] In ogni momento, l'istituzione (in tutte le sue forme) ha evidenziato come principio di funzionamento fondamentale la grande necessità di assistere e soddisfare i bisogni locali di nazioni, comunità e popoli, affinché quelle nazioni, comunità e popoli possano essere fatti in futuro , a lungo termine, responsabili degli obiettivi di conservazione degli oggetti nelle loro aree locali: [2] La Strategia mondiale per la conservazione dell'IUCN (1980) si basa su questo tipo di principio e annuncia chiaramente le ambizioni dell'IUCN di impegnarsi nel dialogo nel modo più efficace con i sostenitori dello sviluppo umano. La strategia è stata applaudita da molti a livello internazionale ed è servita a garantire finanziamenti IUCN da vari donatori che non sentono di poter aprire loro stessi un dialogo efficace nel mondo dei paesi in via di sviluppo, né che le organizzazioni delle Nazioni Unite e le banche internazionali possano affrontare efficacemente quel dialogo. [2] L'IUCN si sta espandendo in molte nazioni del mondo, mettendo a disposizione i servizi di un gran numero di volontari, principalmente specialisti, e fornendo consulenza a livello locale e servizi di conservazione, espandendo le sue reti di Commissioni e organi consultivi regionali in un numero crescente di paesi [2]

Sviluppo IUCN

Alcune date chiave nella crescita e nello sviluppo di questa organizzazione sono le seguenti: [2] 1956 - Il nome di "Unione Internazionale per la Conservazione della Natura" (IUPN) viene cambiato in "Unione Internazionale per la Conservazione della Natura e delle Risorse Naturali"