Stefano Baxter

Article

June 25, 2022

Stephen Baxter (13 novembre 1957) è uno scrittore di fantascienza nato a Liverpool (Regno Unito).

Biografia

Baxter ha conseguito una laurea in matematica presso l'Università di Cambridge e una laurea in ingegneria presso la Southampton University. Ha lavorato come professore di matematica e fisica e per diversi anni in informatica. Nel 1991 ha cercato di diventare un astronauta, ma ha fallito i test in una fase iniziale. Nel 1995 si dedica a tempo pieno alla scrittura.

Carriera letteraria

Baxter aveva cercato senza successo di pubblicare per 15 anni quando la sua storia The Xeelee Flower è apparsa nel 1987 sulla rivista Interzone.[1] Questa storia segna anche la prima apparizione degli Xeelee, la razza aliena attorno alla quale ruota la serie Xeelee. Sequenza nell'originale in inglese) che copre buona parte della sua produzione letteraria iniziale. Altri lavori che fanno parte di questa serie sono Raft (1991) ―basato su una storia pubblicata su Interzone nel 1989―, Timelike Infinity (1992), Flux (1993), Ring (1994) e la raccolta di racconti Vacuum Diagrams: Stories of la sequenza di Xeelee (1997). Quest'ultimo raccoglie gran parte della sua breve narrativa Xeelee,[2] e la sua edizione tascabile americana ha ricevuto il Philip K. Dick Award nel 1999. Come autore di fantascienza, è classificato all'interno della fantascienza hard, ed è stato considerato il successore della figura di Arthur C. Clarke, con il quale ha anche partecipato alla stesura del romanzo La luce degli altri giorni. Baxter è stato spesso citato come uno dei principali esempi del revival sia della fantascienza hard che dell'opera spaziale all'inizio del 21° secolo, e le sue opere appaiono nelle antologie The Hard SF Renaissance (2002) e The Space Opera Renaissance (2006). ).[2] Gran parte della sua produzione, come il ciclo Xeelee, è ancora inedita in spagnolo, incentrata sulle traduzioni dei suoi due romanzi steampunk, come Antihielo e Las naves del tiempo, omaggi rispettivamente a Jules Verne e H.G. Wells. Baxter ha vinto numerosi premi, tra cui il John W. Campbell Memorial for Time Ships nel 1996 e diverse nomination a Hugo e Nebula.

Opera d'arte

Anti-Ghiaccio (1993) Le navi del tempo (1995) Luce di altri giorni (2000) con Arthur C. Clarke Evoluzione (2002) Flood (2008) ISBN 978-0575080584 (nella sua versione inglese) Ark (2009) ISBN 978-0575080577 (nella sua versione inglese) Proxima (2013) ISBN 978-0575116832 (nella sua versione inglese) The Massacre of Mankind (2017) ISBN 978-1473205093 (nella sua versione inglese) La terra lunga, con Terry Pratchett. Pubblicato tra il 2012 e il 2018, si compone dei libri: The Long Land, The Long War, The Long Mars, The Long Utopia e The Long Cosmos.

Bibliografia

Clarke, Arthur C. & Baxter, Stephen (2005). Luce di altri giorni. Madrid: La fabbrica delle idee, SL ISBN 978-84-96525-76-7. Clarke, Arthur C. & Baxter, Stephen (2007). L'occhio del tempo. Madrid: La fabbrica delle idee, SL ISBN 978-84-9800-352-9.

Riferimenti

Collegamenti esterni

Wikimedia Commons ospita una galleria multimediale su Stephen Baxter. Sito ufficiale (in inglese) Profilo e bibliografia di Stephen Baxter in The Encyclopedia of Science Fiction (in inglese) Stephen Baxter al database di narrativa speculativa su Internet. Bibliografia di Stephen Baxter in Fantastic Fiction Bibliografia in spagnolo di Stephen Baxter in The Third Foundation Narrativa online di Stephen Baxter su Narrativa speculativa gratuita online