Nazionale di calcio olandese

Article

June 27, 2022

La squadra di calcio olandese è la squadra rappresentativa di questo paese nelle competizioni ufficiali. È organizzato dalla Federcalcio olandese reale (in olandese: Koninklijke Nederlandse Voetbalbond), che è una delle più antiche associazioni al mondo e appartiene alla UEFA. È anche spesso erroneamente citato come la squadra nazionale di calcio olandese, il suo uso è ancora più popolare del nome ufficiale. Tuttavia, ancora oggi, la UEFA fa ancora ufficialmente riferimento a questa squadra come "squadra nazionale di calcio dei Paesi Bassi", mentre la FIFA usa il termine "squadra nazionale di calcio dei Paesi Bassi". La squadra di calcio olandese è una delle squadre più importanti e prestigiose al mondo. Sebbene non abbia mai vinto i Mondiali di Calcio, è stata vice campionessa in tre edizioni della competizione: 1974, 1978 e 2010; ed è stato anche semifinalista in altre due edizioni: 1998 e 2014. Ha raggiunto anche il titolo di Campionato Europeo, nel 1988. Negli anni '70, ha ricevuto il soprannome di Arancia Meccanica per via del colore della sua divisa e dell'ottimo livello di gioco raggiunto in quegli anni, calcio totale,[2] quando riuscì a raggiungere due finali consecutive di Mondiali, in cui perse. Nell'agosto 2011, la squadra si è classificata al primo posto nel ranking mondiale FIFA, diventando così la seconda squadra nazionale di calcio, dopo la Spagna, ad essere la prima senza prima aver vinto una Coppa del Mondo.

Storia

Inizi

La nazionale olandese ha giocato la sua prima partita internazionale ad Anversa contro il Belgio il 30 aprile 1905. [3] La partita si è conclusa con una vittoria per 4-1 per l'Olanda, grazie a quattro gol di Eddy de Neve. De Neve ha segnato sei gol nella sua carriera internazionale in sole tre partite.[4] Anche se tecnicamente, il giocatore aveva già giocato quattro partite con una squadra scelta da Cees van Hasselt, che ha anche allenato la nazionale contro il Belgio e per i tre anni successivi [5] Tali partite non furono conteggiate dalla KNVB a causa dell'assenza di una federazione per l'organizzazione, nata nel 1904, la Fédération internationale de football association. Queste quattro partite non ufficiali furono giocate contro una squadra nazionale inglese non ufficiale ogni anno dal 1901 al 1904. [5]

Olimpiadi

Fin dalla fondazione della FIFA nel 1904, è stata considerata la possibilità di organizzare un torneo mondiale; tuttavia, la neonata organizzazione non disponeva delle risorse e delle infrastrutture necessarie per un tale evento. Pertanto, hanno richiesto il supporto del Comitato Olimpico Internazionale, che nel 1906 ha accettato l'inclusione del calcio nei suoi eventi sportivi. Nel 1908 si tenne per la prima volta un torneo ufficiale di calcio ai Giochi Olimpici. In questa edizione i Paesi Bassi hanno affrontato l'Ungheria nei quarti di finale, ma non sono apparsi adducendo problemi finanziari.[6] In semifinale hanno affrontato la squadra di calcio del Regno Unito e sono stati sconfitti 4-0, anche se hanno battuto la Svezia 2-0 per il terzo e quarto posto.[6] [7] I primi due gol nella storia olimpica sono arrivati ​​da Jops Reeman e Edu Snethlage.[6] Nella successiva edizione dei Giochi Olimpici di Stoccolma hanno incontrato nuovamente la Svezia il 29 giugno allo Stadio Olimpico di Stoccolma, vittoria per gli olandesi dopo un tempo supplementare per 4-3.[8] Il giorno successivo hanno affrontato l'Austria e hanno vinto ancora 3-1 , anche se sono stati sconfitti in semifinale 4-1 contro la Danimarca il 2 luglio. [8] Nella partita per la medaglia di bronzo hanno battuto la Finlandia 9-0, in una partita giocata il 4 luglio allo stadio Råsunda. [8] Jan Vos è stato il terzo capocannoniere del torneo con 8 gol, mettendo in evidenza i 5 che ha segnato nella lotta per il med