Seconda guerra mondiale

Article

July 3, 2022

La Seconda Guerra Mondiale fu un conflitto militare globale che si svolse tra il 1939 e il 1945. Vi furono coinvolte la maggior parte delle nazioni del mondo, comprese tutte le grandi potenze, così come praticamente tutte le nazioni europee, raggruppate in due alleanze militari affrontate : gli alleati della seconda guerra mondiale e le potenze dell'asse. È stata la più grande guerra della storia, con più di cento milioni di militari mobilitati e uno stato di "guerra totale" in cui i maggiori contendenti hanno dedicato tutte le loro capacità economiche, militari e scientifiche al servizio dello sforzo bellico, offuscando la distinzione tra risorse civili e militari. Segnata da eventi di vasta portata che includevano la morte di massa di civili - l'Olocausto, il bombardamento intensivo delle città e l'uso una tantum di armi nucleari in un conflitto militare - la seconda guerra mondiale fu la più mortale della storia con un risultato compreso tra 50 e 70 milioni di vittime, il 2,5% della popolazione mondiale.[1] L'inizio del conflitto si colloca solitamente il 1 settembre 1939, con l'invasione tedesca della Polonia, quando Hitler decise di inglobare una delle sue più delicate istanze espansionistiche: il corridoio di Danzica, che prevedeva l'invasione della Polonia centro occidentale; la metà orientale, insieme a Estonia, Lettonia e Lituania, fu occupata dall'Unione Sovietica, mentre la Finlandia riuscì a mantenere la propria indipendenza dai sovietici (Guerra d'inverno). Il Regno Unito e la Francia dichiararono guerra alla Germania, che si aspettavano come una ripetizione della guerra di trincea (Prank War) per la quale avevano preso ogni sorta di precauzioni (Linea Maginot) che si rivelarono del tutto inutili. Le spettacolari manovre della guerra lampo (guerra lampo) diedero alla Germania il controllo della Norvegia, della Danimarca, dei Paesi Bassi, del Belgio e della stessa Francia in pochi mesi, mentre l'esercito britannico fuggiva in extremis dalle spiagge di Dunkerque durante la Battaglia di Francia. La maggior parte del continente europeo fu occupata dall'esercito tedesco o dai suoi alleati, tra cui spiccava l'Italia fascista, il cui apporto militare fu poco significativo (Battaglia delle Alpi, Guerra greco-italiana). La battaglia d'Inghilterra, la prima battaglia completamente aerea della storia, mantenne nel periodo successivo la pressione sul nuovo governo di Winston Churchill, deciso a resistere (sangue, sudore e lacrime) e che finalmente vinse, tra l'altro grazie ad un innovazione (il RADAR) e il decisivo sostegno americano, negoziato in diverse interviste con Franklin D. Roosevelt (Carta Atlantica, 14 agosto 1941). Nel 1941 la necessità strategica di occupare i giacimenti petroliferi del Caucaso portò all'invasione tedesca dell'Unione Sovietica (Operazione Barbarossa), inizialmente riuscita, ma bloccata nella battaglia di Mosca e nei siti di Leningrado e Stalingrado. Allo stesso tempo, il Giappone nella sua campagna di espansione in Asia (iniziata con le ostilità con la Cina che ha portato alla seconda guerra sino-giapponese, iniziata nel 1937 e considerata come un preludio alla seconda guerra mondiale in Asia, e che è proseguita con l'invasione dell'Indocina, nel 1940) e per vendicarsi dell'embargo economico imposto loro dal governo degli Stati Uniti, attaccarono Pearl Harbor (7 dicembre 1941), facendo entrare in guerra gli Stati Uniti. Pochi mesi dopo, la battaglia di Midway (luglio 1942) segnò una svolta nella Guerra del Pacifico a causa dell'indebolimento della capacità di combattimento giapponese contro gli americani. In Nord Africa, gli inglesi fermarono l'avanzata dell'Afrika Korps tedesco dalla Libia in Egitto nella battaglia di El Alamein (1942), dopo l'invasione italiana del Canale di Suez (1940). Il periodo fi