Riccardo Benson

Article

May 24, 2022

Richard Philip Henry John Benson, noto semplicemente come Richard Benson (Woking, 10 marzo 1955 – Roma, 9 maggio 2022)[1] è stato un cantante, chitarrista, conduttore radiofonico e conduttore televisivo italiano di origine britannica.

Biografia

Nato con il labbro leporino, nel 1965 lascia il Regno Unito e si trasferisce a Roma. Nel 1971 entra a far parte del gruppo rock progressivo Buon Vecchio Charlie come cantante e chitarrista. Il suo primo e unico album omonimo è stato registrato quello stesso anno, ma a causa di problemi sconosciuti non è stato pubblicato fino al 1990.[2] Nel 1972 e nel 1974, ha partecipato al festival musicale "Villa Pamphili".[3][4 ] ] Dal 1978 al 2013 ha condotto programmi televisivi legati alle nuove uscite musicali dell'epoca. La musica era prevalentemente hard rock e heavy metal, ma anche jazz, funk, blues, fusion e rock italiano. Nel 1983 pubblicò il suo primo singolo, "Animal Zoo"[5] e l'anno successivo pubblicò il secondo singolo "Renegade". Nel 1987 è stato inserito nella compilation "Metal Attack" (RCA Italia - Talent). Nel 1992, Benson è apparso nel film di Carlo Verdone Maledetto il giorno che t'ho incontrato. Nella seconda metà degli anni '90 tiene concerti a Roma e nel 1999 pubblica il suo primo album Madre Tortura.[6] È apparso anche sulla televisione nazionale italiana aperta come critico musicale (Rai 2), insieme a Max Giusti. Il suo lavoro nello show è stato comico poiché ha creato una sorta di parodia del proprio personaggio. Nel giugno 2013 ha creato un canale televisivo online, "RichardBensonTV", dove ospita uno spettacolo sulla musica heavy metal.[7] RichardBensonTv ha chiuso dopo poco più di un anno. Nel 2015 esce il suo secondo CD, L'inferno dei vivi, opera rock prodotta da Federico Zampaglione[8] e l'anno successivo torna in campo con un terzo album intitolato Duello Madre. A partire da settembre 2019 ha iniziato a registrare e pubblicare su YouTube vari video in cui esegue brani blues e pop inediti alla chitarra classica. La musica era sua, mentre i testi sono stati scritti da Cinzia Colibazzi.

Malattia, incidenti e cattiva reputazione

Nonostante si sia distinto per le sue abilità chitarristiche negli anni '70, '80 e '90, dall'inizio del 21° secolo iniziò a soffrire di artrite reumatoide a entrambe le mani e questo peggiorò gravemente il suo modo di suonare la chitarra. Il 15 settembre 2000 è stato vittima di una caduta da Ponte Sisto a Roma, la cui conseguenza è stata una gamba rotta che lo ha costretto a subire una delicata riabilitazione. Da lì, iniziarono a circolare diverse voci sulla reale dinamica dell'incidente. Lo stesso Benson avrebbe dichiarato di essere stato vittima di un tentativo di omicidio da parte di ignoti, mentre altre indiscrezioni guidate da Angelo Carpenelli (gestore del negozio di dischi Istinti Musicali e promotore per molti anni del chitarrista) e altri intimi amici di Benson sostenevano che fu un tentativo di suicidio dopo aver ricevuto la diagnosi di artrite reumatoide che lo fece cadere in depressione. Una volta guarito dall'infortunio, torna sul palco nel 2002 e nel tempo l'artrite di Benson ha progressivamente peggiorato le sue abilità chitarristiche. Di conseguenza, Benson iniziò a ricevere fischi e disapprovazione dal pubblico che ha partecipato agli eventi in cui è apparso il chitarrista. Mentre Benson suonava, il pubblico avrebbe iniziato a bombardare il palco con tutti i tipi di oggetti, comprese uova, pomodori, liquidi e, in alcune occasioni, oggetti più macabri come un pollo crudo. Inoltre, clip delle sue esibizioni dal vivo avrebbero cominciato a circolare su Internet e da allora Benson si è guadagnato la reputazione di "il peggior chitarrista del mondo". Altrimenti, l'artrite reumatoide farebbe