Recording Industry Association of America

Article

May 24, 2022

La Recording Industry Association of America (RIAA in breve) è un'associazione americana che rappresenta la maggior parte delle case discografiche ed è responsabile della certificazione delle vendite di dischi negli Stati Uniti.[1] I suoi membri principali sono case discografiche e distributori, che secondo i dati della RIAA "creano, producono e distribuiscono circa l'85% di tutte le produzioni sonore generate e vendute negli Stati Uniti".[2]

Storia

La RIAA è stata costituita nel 1952 con l'obiettivo principale di gestire lo standard di qualità delle registrazioni sonore, e inizialmente è nata per diffondere l'uso della curva di equalizzazione RIAA o curva di equalizzazione RIAA, che alla fine è diventata uno standard tecnico che ha permesso di unificare la regolazione della risposta in frequenza dei dischi in vinile durante la produzione e l'uso. L'Associazione ha continuato ad intervenire nella realizzazione e amministrazione di tecniche di standardizzazione per i successivi sistemi di creazione e riproduzione dell'industria musicale, quali i nastri magnetici, comprese le audiocassette e le audiocassette digitali, i compact disc, e i software per le nuove tecnologie di registrazione. Partecipa inoltre alla raccolta, all'amministrazione e alla distribuzione delle licenze e dei diritti musicali, è responsabile dei certificati Gold e Platinum assegnati ad album e singoli negli Stati Uniti e raccoglie informazioni sui dati di vendita (come gli elenchi degli album. I singoli più venduti e Elenco dei singoli più venduti). Le funzioni della RIAA sono riassunte nei seguenti tre punti: [3] Tutelare i diritti di proprietà intellettuale, in conformità con il primo emendamento relativo ai diritti degli artisti. Condurre ricerche sull'industria musicale. Monitorare e rivedere le leggi, i regolamenti e le politiche pertinenti che interessano l'industria musicale.

Struttura e vendite dell'organizzazione

Dal 2003, l'amministratore delegato è Mitch Bainwol, assistito da Cary Sherman, presidente del consiglio di amministrazione, composto da 26 membri tratti dalle quattro più grandi società affiliate alla RIAA, note come Big Four (i Big Four in spagnolo ): [4] EMI Sony Music Entertainment Gruppo Universal Music Warner Music Group La RIAA rappresenta circa 1.600 aziende private, etichette discografiche e distributori, che collettivamente creano e distribuiscono un'alta percentuale della musica venduta negli Stati Uniti. Il valore totale delle vendite record dei membri della RIAA è multimilionario, nonostante il forte calo iniziato con l'uso diffuso di Internet. Ad esempio, il 2007 ha registrato vendite per 10,4 miliardi di dollari, [5] mentre le vendite riportate nel 1999 avevano raggiunto i 14,6 miliardi di dollari.

Certificazione di vendita

La RIAA gestisce un programma di premi per gli album che vendono un gran numero di copie. Il programma è iniziato nel 1958, stabilendo i Gold Awards o Gold Awards per quegli album e singoli che hanno generato un milione di dollari di vendite. I criteri sono stati modificati nel 1975, in base al numero di copie vendute, con il Gold Award assegnato a quei singoli o album che hanno venduto più di 500.000 copie.[6] Nel 1976 è stato introdotto il Platinum Award o Platinum Award per il album che hanno venduto un milione di copie e nel 1999 il Diamond Award o Diamond Award è stato incluso per gli album che hanno venduto 10 milioni di copie.[7] Nel 2000, la RIAA ha istituito "The Gold and Platinum Awards" per gli album in spagnolo.[8] I premi sono aperti sia alle registrazioni di società affiliate alla RIAA sia a quelle che