Giornali

Article

August 11, 2022

La stampa scritta è l'insieme delle pubblicazioni stampate che si differenziano per la loro periodicità, che può essere giornaliera, settimanale, quindicinale, mensile o annuale; o solo giornale. Gli antecedenti della diffusione scritta delle notizie risalgono all'Antichità. In alcune civiltà, infatti, gli eventi furono diffusi sotto forma di testi scritti su fogli (più raramente papiro, seta o pergamena) o in iscrizioni pubbliche (su pietra, metallo o legno). Queste notizie sono state trasmesse dallo stato e corrispondono a quella che attualmente è conosciuta come propaganda. Allo stesso tempo viaggiatori, mercanti e pellegrini fungevano da mezzi per la propagazione delle notizie a distanza. Molte volte questa notizia è stata amplificata, e distorta, dai cronisti, entrando a far parte dei loro scritti. Le lettere che assumevano carattere pubblico ei proclami erano un'altra forma di diffusione delle notizie, che rimanevano scritte anche se inserite o meno in documenti ufficiali. Con l'avvento della stampa, la stampa scritta divenne i primi mezzi di comunicazione di massa e gli originali veicoli del giornalismo. Sebbene l'informazione sia la sua funzione più importante, la stampa scritta ha, come tutti i media, le funzioni di informare, persuadere, promuovere, formare opinioni, educare e divertire (di solito riassunte nella triade di informare, formare e intrattenere).

Storia

La Repubblica Romana fece circolare un elenco di eventi, chiamato Acta Diurna ("eventi del giorno"), nel 59 aC. C'è stata una pubblicazione del governo imperiale cinese nel 413 d.C. C. che si chiamava Kaiyuan Za Bao ("Notizie miste"). Tuttavia, questi precedenti della stampa scritta non raggiunsero grande diffusione in quanto non avevano possibilità di riproduzione e distribuzione di massa. La nascita della stampa, anche nel nome, è dovuta all'invenzione di Gutemberg; La stampa a caratteri mobili o torchio, intorno al 1440. Le prime stampe di notizie contemporanee, in formato a fogli mobili, apparvero alla fine del XV secolo. Nei secoli successivi iniziarono a crescere numerosi giornali. Il giornale più antico ancora esistente è lo svedese Post-och Inrikes Tidningar, fondato nel 1645, sebbene sia stato pubblicato online solo dal 2007. La generalizzazione dei giornali ha dovuto attendere la società industriale: è dalla metà del XIX secolo che si registra un grande sviluppo di questi media. Nel 1884, Ottmar Mergenthaler inventò la macchina linotipia, che fonde intere righe di lettere con il piombo caldo. Questa invenzione diede inizio a un'intera epoca di lavoro che durò per quasi un secolo. Nel 1962, il Los Angeles Times iniziò ad accelerare i suoi linotipi con nastri perforati al computer RCA, dopo aver automatizzato l'allineamento e i trattini nel testo a colonne. Ciò ha aumentato l'efficienza degli operatori di linotype manuali del 40%. Nel 1973, la società ha introdotto i terminali di correzione elettronica, che sono stati copiati da Raytheon, Atex e Digital Equipment Corporation, tra gli altri. Questi terminali consegnavano strisce di lettere tipografiche su pellicola.

Diffusione e vendita

Nella quasi totalità dei casi e in misura diversa, il loro reddito economico, oltre al prezzo a copia che fanno pagare ai lettori e all'abbonamento degli abbonati che ricevono il giornale a casa, si basa sull'inserimento di pubblicità. Alcuni (la stampa libera), solo per lei. Vengono distribuiti e venduti nei chioschi e in altri luoghi a ciò idonei; a volte vengono gridati o distribuiti su base itinerante. Il numero di copie vendute in un solo giorno si chiama diffusione o circolazione, e serve per definire le fasce di prezzo degli annunci pubblicitari. Secondo i dati delle Nazioni Unite, il Giappone ha tre giornali con oltre 4 milioni di trasmissioni