Olanda

Article

June 25, 2022

I Paesi Bassi [6] (in olandese, Nederland, pronunciato / ˈneːdərˌlɑnt / (ascolta)), sono il più grande paese costituente dei quattro che, insieme alle isole di Aruba, Curaçao e Saint Martin, formano il Regno dei Paesi Bassi. I Paesi Bassi sono un membro dell'Unione Europea. La sua capitale è Amsterdam, [7] tuttavia, l'organizzazione e l'amministrazione del Regno si trovano a L'Aia, sede ufficiale della monarchia, nonché delle sue autorità esecutive, legislative e giudiziarie. Aruba, Curaçao e Sint Maarten sono territori d'oltremare che non fanno parte dell'Unione Europea. Le province che compongono i Paesi Bassi si trovano nell'Europa nordoccidentale e confinano a nord ea ovest con il Mare del Nord, a sud con il Belgio ea est con la Germania. Il territorio olandese è completato dai comuni speciali di Bonaire, Sint Eustatius e Saba, situati nei Caraibi. Il paese costituisce una delle aree più densamente popolate del mondo. Come indica il nome, il territorio del paese è costituito da pianure (terra) (neder) di cui circa un quarto si trova al livello del mare o al di sotto.[8] Il paese è spesso conosciuto come Paesi Bassi, dal nome della sua regione storica più influente o rilevante, situata nella parte occidentale del paese. Il Dizionario panispanico dei dubbi, pubblicato dalla Royal Spanish Academy, ammette il suo uso come sinonimo, ma in una certa misura.[9] [10] [nota 1] Anche la loro lingua è tradizionalmente conosciuta e per lo stesso motivo come olandese, anche se il suo nome ufficiale è olandese; In realtà, l'olandese in senso stretto è un dialetto dell'olandese; ammissibile dalla RAE nel discorso ordinario, ma mai nei testi ufficiali dove deve essere indicato come olandese. Il suo nome è anche tradizionalmente noto come olandese, ugualmente ammissibile secondo la RAE nel linguaggio ordinario, ma non nei testi ufficiali, dove deve essere indicato come olandese. I Paesi Bassi vengono spesso confusi anche con l'unione doganale nota come Benelux composta da Belgio, Paesi Bassi e Lussemburgo; il nome si basa sull'accordo di cooperazione intergovernativa entrato in vigore nel 1944. [11] Il Paese è classificato come “ad alto reddito” secondo la Banca Mondiale [12] ed è uno degli stati più sviluppati: nel 2018 si è classificato al 10° posto in termini di sviluppo umano secondo l'Indice di Sviluppo Umano pubblicato dalle Nazioni Unite [13 ] È anche uno dei paesi con la maggiore libertà economica, [14] ha livelli di percezione della corruzione molto bassi, [15] ed è una delle democrazie più consolidate al mondo.[16]

Storia

Preistoria

I Paesi Bassi sono stati abitati dall'ultima era glaciale; i resti più antichi ritrovati risalgono a 100.000 anni, quando il paese aveva un clima di tundra con pochissima vegetazione. I suoi primi coloni furono cacciatori-raccoglitori.[17] Alla fine dell'era glaciale, l'area era abitata da vari gruppi paleolitici. Uno di loro costruiva addirittura delle canoe (Pesse, intorno al 6500 a.C.) [18] e prima ancora, intorno all'8000 a.C. C., una tribù mesolitica risiedeva nei pressi di Bergumermeer (Frisia). L'agricoltura arrivò intorno all'anno 5000 a. C., attraverso la cultura della ceramica lineare (probabilmente dell'Europa centrale), ma era praticata solo nelle pianure dell'estremo sud del paese (Limburgo meridionale). I raccoglitori-cacciatori della cultura Swifterbant sono attestati dal 5600 a.C. C. [19] e sviluppò una società agricola verso il 4300 a. C.-4000 a. C. [19] [20] in cui ha evidenziato l'introduzione di piccole proporzioni di cereali in un'economia tradizionale.[21] I primi resti notevoli della preistoria furono i dolmen, rinvenuti nella provincia.