Peer to peer

Article

June 28, 2022

Una rete peer-to-peer, rete peer, rete peer-to-peer o rete peer-to-peer (P2P) è una rete di computer in cui tutti o alcuni aspetti funzionano senza client o server fissi, ma piuttosto una serie di di nodi che si comportano come uguali tra loro. Inoltre, agiscono contemporaneamente come client e server rispetto agli altri nodi della rete. Le reti P2P consentono lo scambio diretto di informazioni, in qualsiasi formato, tra computer interconnessi. Quando un cliente entra in questo sistema, si collega direttamente a uno di questi ultimi, dove raccoglie e archivia tutte le informazioni e i contenuti disponibili per la condivisione. È quindi un programma la cui funzione è quella di connettere gli utenti attraverso una rete senza server che facilita il download di musica, film, libri, foto e software tra tutti gli altri utenti, gratuitamente. Questi file sono condivisi "da computer a computer" per il semplice fatto di avere accesso al sistema. Normalmente questi tipi di reti sono implementati come reti sovrapposte costruite sul livello applicativo di reti pubbliche come Internet. Il fatto che servano per condividere e scambiare informazioni direttamente tra due o più utenti ha portato alcuni utenti ad utilizzarlo per scambiare file il cui contenuto è soggetto alle leggi sul diritto d'autore, il che ha generato grandi polemiche tra difensori e detrattori di questi sistemi. Le reti peer-to-peer sfruttano, gestiscono e ottimizzano l'uso della larghezza di banda di altri utenti della rete attraverso la connettività tra di loro, e ottengono così maggiori prestazioni nelle connessioni e nei trasferimenti rispetto ad alcuni metodi centralizzati convenzionali, dove un numero relativamente piccolo numero di server fornisce l'intera larghezza di banda e le risorse condivise per un servizio o un'applicazione. Tali reti sono utili per vari scopi. Sono spesso utilizzati per condividere file (archivi) di qualsiasi tipo (ad esempio audio, video o software). Questo tipo di rete viene spesso utilizzato anche nella telefonia VoIP per rendere più efficiente la trasmissione dei dati in tempo reale. L'efficienza dei nodi nel collegamento e nella trasmissione dei dati può variare a seconda della loro configurazione locale (firewall, NAT, router, ecc.), della velocità di elaborazione, della disponibilità di larghezza di banda della loro connessione di rete e della capacità di archiviazione del disco. , ma anche dal numero di nodi cresce, più sarà difficile gestire le risorse di rete e la sicurezza potrebbe risentirne, poiché se un nodo è infetto è possibile che possa infettare ogni nodo della rete, poiché maggiore è il numero di nodi collegati, maggiore è il rischio che può verificarsi nella rete. Nel maggio 1999, con milioni di persone in più su Internet, Shawn Fanning ha introdotto l'applicazione di condivisione di file e musica chiamata Napster.[1] Napster è stato l'inizio delle reti peer-to-peer, come le conosciamo oggi, in cui "gli utenti partecipanti possono stabilire una rete virtuale, completamente indipendente dalla rete fisica, senza dover obbedire ad alcuna autorità amministrativa o vincolo».[1]

Applicazioni delle reti P2P

Attualmente, su Internet, la larghezza di banda o le capacità di archiviazione e di calcolo sono risorse costose. In quelle applicazioni e servizi che richiedono un'enorme quantità di risorse, è possibile utilizzare le reti P2P. Alcuni esempi di applicazione delle reti P2P sono i seguenti: Scambio e ricerca di file. Forse è l'applicazione più diffusa di questo tipo di rete. Alcuni esempi sono BitTorrent o emule (dalla rete eDonkey2000). File system distribuiti, come CFS o Freenet. Sistemi per fornire un certo grado di anonimato, come i2p, Tarzan P2P o MorphMix. Questi tipi di tecnologie fanno parte del cosiddetto dark web e costituiscono il cosiddetto peer-to-peer