Oviedo

Article

June 27, 2022

Oviedo (in asturiano Uviéu) è un comune spagnolo e una città, capitale del Principato delle Asturie.[8] La sua origine risale all'alto medioevo -VIII secolo-, o anche prima, originariamente chiamata Ovetum.[9] Oviedo è un consiglio (l'equivalente asturiano del comune), oltre a una parrocchia di detto consiglio, di cui fanno parte il capoluogo e la città omonima. È il centro geografico, universitario, religioso, politico e amministrativo delle Asturie, sede dell'Assemblea Generale del Principato, delle sue istituzioni, dell'Università di Oviedo, del Museo delle Belle Arti delle Asturie, del Premio Principessa delle Asturie e del Arcidiocesi di Oviedo. È riconosciuta come una delle città con la più alta qualità della vita in Europa secondo la Commissione Europea. Il comune di Oviedo è il secondo più popoloso della comunità autonoma dopo Gijón, con 217.552 abitanti (2021),[10] occupa la 23a posizione tra i comuni più popolosi della Spagna ed è compreso nell'area metropolitana centrale delle Asturie, che comprende 800.000 persone, e nelle cosiddette otto asturiane. Possiede i titoli di "nobilissimo, molto leale, meritorio, imbattuto, eroico e buono" che compaiono sullo stemma del comune ed è così raccolto da una targa posta sulla facciata del palazzo del Municipio.

Toponomastica

Uviéu o Uvieo[11] è il nome dato alla città in Asturiano. Il nome in spagnolo è Oviedo e da marzo 2019 il nome bilingue Oviedo / Uviéu è il nome ufficiale della città.[12] Nelle cronache medievali del Regno delle Asturie è chiamata alternativamente Ovetao o Oveto. Così, nel Testamento di Alfonso II è chiamato Ovetdao, Ovetao nella Cronaca Albeldense e Oveto nel Patto Monastico di San Vicente e nelle Cronache di Alfonso III, sia nella sua versione Rotense che Sebastian.[13] Etimologicamente, l'origine del nome della città non è chiara. Ramón Menéndez-Pidal attribuì al toponimo un'origine celtica. Gli sono stati attribuiti diversi significati anche in lingua basca.[14] Alcune teorie suggeriscono che derivi dal latino medievale Urbs Vetus, che significa "città vecchia".[nb 1] Per altri[nb 2] l'origine sarebbe essere dell'unione di Ovis con il suffisso -etum, che significa "luogo ricco di pecore", sebbene ciò non sembri fondato.[15] Altre spiegazioni ritengono che Iovetan sia un aggettivo di Iove (che significa Giove, quindi il luogo avrebbe potuto essere luogo di venerazione di Giove),[nb 3]​ o che deriva dalla lingua celtica. Joaquín Manzanares ha proposto la spiegazione che il nome della città derivi dal latino Albetum (biancastro), per il colore del tumulo dove si trovava il nucleo originario della città;[15] ciò coincide con la descrizione fatta del luogo da P. Carvallo.[nb 4] Sorge così un'altra possibile interpretazione dell'origine del nome della città, che indica che Oviedo deriva da Alvietum (dall'unione di Alveum e la desinenza -etum), che significa "luogo ricco di ruscelli « e che coinciderebbe anche con la descrizione data da padre Carvallo. [nb 4] Nonostante tutto, l'origine etimologica di Oviedo non è ancora chiara e nessuna teoria è pienamente accolta.[16] Ci sono altre città con lo stesso nome, tutte nel continente americano: in Baja California, a Veracruz (Messico), in Paraguay, nella Repubblica Dominicana e in Florida (Stati Uniti).[17]

Nome

Il nome degli abitanti di Oviedo è “ovetense”, sebbene siano popolarmente conosciuti anche come carbayones o carbayonas in ricordo di un albero che per molti secoli è stato simbolo della città. Un carbayu è una quercia nelle Asturie, un albero sacro agli antichi Astures e Cantabria.[18] Uno di loro, di diverse centinaia di anni, era conosciuto con il nome di "el Carbayón" e fu piantato in quello che fino alla metà del secolo