New York

Article

July 3, 2022

New York [3] (in inglese, New York, pronunciato / nuˈjɔɹk / (USA) o / njuːˈjɔːk / (UK), ufficialmente New York City o NYC in breve) è la città più popolosa degli Stati Uniti e una delle più popolato nel mondo.[7] Dalla fine del XIX secolo è stato uno dei centri dell'economia mondiale. New York è considerata una città globale, a causa delle sue influenze mondiali nei media, nella politica, nell'istruzione, nell'architettura, nell'intrattenimento, nelle arti e nella moda.[8] L'influenza artistica e la cultura della città sono tra le più forti al mondo. In questa città si trova la sede dell'Organizzazione delle Nazioni Unite. La grande rilevanza della città su più livelli la rende, insieme a Mosca, Pechino, Londra, Tokyo e Parigi, una delle città più globalizzate del pianeta.[9] La città è composta da cinque distretti: Bronx, Brooklyn, Manhattan, Queens e Staten Island (conosciuti anche come "distretti metropolitani" ai fini della città, e la cui traduzione e figura amministrativa equivale a "municipalità"), ciascuno dei quali che coincidono con una contea: Bronx, Kings, New York, Queens e Richmond. Con oltre 24 milioni di newyorkesi in un'area urbana di 830 chilometri quadrati (320 mi²), New York è la seconda città più densamente popolata degli Stati Uniti, dietro solo a Union City, New Jersey, situata dall'altra parte del il fiume Hudson.[10] Insieme a Ginevra, Basilea e Strasburgo, New York è una delle poche città al mondo che ospita numerose istituzioni internazionali senza essere la capitale politica di uno stato.[11] La città ha molti luoghi ed edifici riconosciuti in tutto il mondo. Ad esempio, la Statua della Libertà, situata sull'isola con lo stesso nome, ed Ellis Island, che ha accolto milioni di immigrati che sono venuti negli Stati Uniti tra la fine del XIX e l'inizio del XX secolo. Wall Street è stato uno dei principali centri finanziari del mondo dalla seconda guerra mondiale ed è sede della Borsa di New York. La città ospita anche molti degli edifici più alti del mondo, tra cui l'Empire State Building, il One World Trade Center, il Chrysler Building, il 432 Park Avenue, la Trump Tower, il Seagram Building e le ex torri gemelle del World Trade Center, che sono stati rovesciati negli attentati dell'11 settembre 2001. La città è anche la culla di molti movimenti culturali americani, come il Rinascimento di Harlem nella letteratura e nelle arti visive, l'Espressionismo astratto (noto anche come New York School) nella pittura e hip hop, break dance, [12] punk e Tin Pan Alley nella musica. Nel 2005 in città si parlavano più di 700 lingue e dialetti, e il 30% della sua popolazione è nata fuori dagli Stati Uniti.[13] [14]

Etimologia

Nel 1664, la città fu nominata in onore del duca di York, che sarebbe diventato re Giacomo II d'Inghilterra.[15] Il fratello maggiore di Giacomo, re Carlo II, nominò il duca proprietario dell'ex territorio dei Nuovi Paesi Bassi, compreso il città di New Amsterdam, quando l'Inghilterra la prese dagli olandesi.[16]

Storia

Primi insediamenti europei

Al momento della sua scoperta europea, nel 1524 da Giovanni da Verrazzano, la regione era abitata da circa 5.000 indigeni della tribù dei Lenape. Questo esploratore italiano al servizio della corona francese la chiamò Nouvelle Angoulême (Nuovo Angouleme).[17] L'insediamento europeo iniziò nel 1614 nelle mani degli olandesi e nel 1626, il capo della colonia, Peter Minuit, acquistò l'isola di Manhattan ai Lenapes (la leggenda, ora smentita, lo vuole per 24 dollari di perline di cristallo). Il luogo sarebbe stato ribattezzato Nieuw Amsterdam e specializzato nel commercio di pellicce