Marte (pianeta)

Article

July 3, 2022

Marte è il quarto pianeta in ordine di distanza dal Sole e il secondo più piccolo del sistema solare, dopo Mercurio. Ha ricevuto il suo nome in omaggio al dio della guerra nella mitologia romana (Ares nella mitologia greca), ed è anche conosciuto come "il pianeta rosso" [3] [4] per via dell'aspetto rossastro [5] che gli conferisce il ossido di ferro predominante sulla sua superficie. Marte è il pianeta interno più lontano dal Sole. È un pianeta tellurico con una sottile atmosfera di anidride carbonica, e ha due satelliti piccoli e di forma irregolare, Phobos e Deimos (figli del dio greco), che potrebbero essere catturati come asteroidi [6 ] [7] simile all'asteroide troiano (5261) Eureka. Le sue caratteristiche superficiali ricordano i crateri lunari, le valli, i deserti e le calotte polari della Terra. Il periodo di rotazione ei cicli stagionali sono simili a quelli della Terra, poiché l'inclinazione è ciò che genera le stagioni. Marte ospita il Monte Olimpo, la montagna e il vulcano più grandi e più alti conosciuti del sistema solare, e il Valles Marineris, uno dei canyon più grandi del sistema solare. Il piatto bacino boreale nell'emisfero settentrionale copre il 40% del pianeta e può essere caratteristico di un impatto gigantesco.[8] [9] Sebbene possa sembrare un pianeta morto sulla superficie, non lo è. I suoi campi di dune continuano ad essere influenzati dal vento marziano, le sue calotte polari cambiano con le stagioni e sembra anche che ci siano alcuni piccoli flussi d'acqua stagionali.[10] La ricerca in corso sta valutando la sua potenziale abitabilità nel passato, così come l'attuale possibilità di vita. Sono previste future indagini astrobiologiche, tra cui Mars 2020 della NASA e ExoMars dell'ESA [11] [12] [13] [14] L'acqua liquida non può esistere sulla superficie di Marte a causa della sua bassa pressione atmosferica, che è circa 100 volte inferiore a quella della Terra, [15] tranne nelle aree meno elevate per brevi periodi di tempo. [16] [17] Le sue due calotte polari sembrano formate principalmente da acqua. [18] [19] Il volume di acqua ghiacciata a sud la calotta polare, se fusa, sarebbe sufficiente a coprire l'intera superficie del pianeta fino a una profondità di 11 metri (36 piedi).[20] Marte può essere facilmente visto ad occhio nudo dalla Terra, così come la sua colorazione rossastra. La sua magnitudine apparente raggiunge -2,97 [21], ed è seconda solo a Giove, Venere, Luna e Sole. I telescopi ottici terrestri sono normalmente limitati a risoluzioni di circa 300 km (190 miglia) di distanza, quando la Terra e Marte sono più vicini, a causa dell'atmosfera terrestre.[22] L'astronomo danese del XVI secolo Tycho Brahe misurò il movimento di Marte nel cielo con grande precisione. I dati sul moto apparente retrogrado (i cosiddetti "loop") [nota 1] hanno permesso a Keplero di trovare la natura ellittica della sua orbita e di determinare le leggi del moto planetario note come leggi di Keplero. Marte è uno dei pianeti superiori alla Terra, poiché la sua orbita non incrocia mai quella della Terra attorno al Sole. Le sue fasi (parte illuminata vista dalla Terra) sono poco segnate, fatto facilmente dimostrabile geometricamente. Considerando il triangolo Sole-Terra-Marte, l'angolo di fase è quello formato dal Sole e dalla Terra visti da Marte; questo raggiunge il suo valore massimo nelle quadrature quando il triangolo STM è retto sulla Terra. Per Marte, questo angolo di fase non è mai maggiore di 42°, e il suo aspetto del disco gibboso è simile a quello della Luna 3,5 giorni prima o dopo la Luna piena. Questa fase, visibile con un telescopio amatoriale, non poteva essere vista da Galileo, che ne ipotizzava solo l'esistenza.[24]

Caratteristiche fisiche

Marte è leggermente ellissoidale, con un diametro pari a