Messico

Article

July 3, 2022

Il Messico [nota 1] ([ˈmexiko]), ufficialmente gli Stati Uniti del Messico, [19] [20] [21] [22] è un paese sovrano situato nella parte meridionale del Nord America; la sua capitale e città più popolosa è Città del Messico.[23] Secondo la propria costituzione, la sua forma di governo consiste in una repubblica rappresentativa, democratica, laica e federale, composta da 32 stati (31 stati e la capitale federale).[ 24] [25] [26] Il territorio messicano ha una superficie di 1.964.375 km², [27] che lo rende il tredicesimo paese più grande del mondo e il terzo più grande dell'America Latina. Confina a nord con gli Stati Uniti d'America lungo un confine di 3.155 km, mentre a sud ha un confine di 958 km con il Guatemala e 276 km con il Belize. Le coste del paese sono delimitate ad ovest dall'Oceano Pacifico e ad est dal Golfo del Messico e dal Mar dei Caraibi, per un totale di 9330 km.[28] Il Messico è il decimo paese più popoloso del mondo, con una popolazione stimata di oltre 130 milioni di persone nel 2021. [29] La maggior parte di loro ha lo spagnolo come lingua madre, che lo stato riconosce come lingua nazionale insieme a 67 lingue indigene ​​nativo della nazione, [30] sebbene nel paese si parlino circa 287 lingue. [31] Queste cifre fanno del Messico il paese con il maggior numero di parlanti spagnoli, [32] nonché il settimo paese con il la più grande diversità linguistica del mondo.[33] La presenza umana in Messico risale a 30.000 anni prima del presente.[34] Come risultato di migliaia di anni di sviluppo culturale, le culture mesoamericane, aridoamericane e oasiamericane sono emerse nel territorio messicano. L'attuale territorio centrale del Messico era la principale e più vasta scena del popolo Mexica e, in parte, del popolo Maya, due delle più importanti civiltà dell'America precolombiana. Per 300 anni, l'intero territorio attuale fece parte del Vicereame della Nuova Spagna, con capitale a Città del Messico, essendo una delle entità più importanti dell'Impero spagnolo in America. Dopo la dominazione spagnola, la Nuova Spagna iniziò la lotta per la sua indipendenza politica nel 1810, che culminò nel 1821. Successivamente, per quasi un secolo, il paese fu coinvolto in una serie di guerre interne e invasioni straniere che ebbero ripercussioni in tutte le aree. vita dei messicani. Per buona parte del XX secolo (principalmente il secondo terzo) si è verificato un periodo di grande crescita economica nel quadro di una politica dominata da un unico partito politico. Secondo l'Organizzazione Mondiale del Turismo, il Messico è la principale destinazione turistica dell'America Latina e la terza più visitata al mondo nel 2020. [35] Ciò è in gran parte dovuto ai trentacinque siti culturali o naturali considerati dall'Unesco come Patrimonio dell'Umanità, ed è in questo senso il primo del continente.[36] In termini macroeconomici, per prodotto interno lordo (PIL) è la quattordicesima economia mondiale e l'undicesima per parità di potere d'acquisto (PPA); Su scala regionale, è la seconda economia più grande dell'America Latina e la quarta del continente.[37] [38] Secondo il Rapporto sullo sviluppo umano delle Nazioni Unite del 2020, ha un alto indice di sviluppo umano di 0,779 e si colloca al 74esimo posto nel mondo.[39] Il Messico è anche uno dei paesi con la maggiore diversità di climi al mondo, considerato uno dei diciassette paesi megadiversi del pianeta, ospita il 10-12% della biodiversità mondiale [40] e ospita oltre 12.000 specie endemiche specie [41]

Toponomastica

Il Messico è un toponimo di origine messicana —nahuatl— il cui significato è controverso. Deriva dalla parola Nahuatl "Mēxihco" AFI: [me: ʃiʔko], che designava la capitale dei Mexica. Secondo Bernardino de Sahagún (XVI secolo) —che è la più antica fonte documentaria