Gesù di nazareth

Article

June 27, 2022

Gesù di Nazaret, detto anche Cristo,[Nota 1]​ Gesù Cristo o semplicemente Gesù[Nota 2]​ (Provincia di Giudea, Impero Romano; ca. 4 aC[Nota 3]​-Gerusalemme, Impero Romano; 30- 33 dC ), era un predicatore ebreo e leader religioso del I secolo. È la figura centrale del cristianesimo e uno dei più influenti della storia.[senza fonte] Attualmente e dalla fine del XX secolo, praticamente tutti gli storici dell'età antica affermano l'esistenza storica di Gesù. [Nota 4] [ Nota 5] Secondo l'opinione maggioritaria accolta negli ambienti accademici, basata su una lettura critica dei testi su di lui, Gesù di Nazaret era un predicatore ebreo [Nota 6] che visse all'inizio del I secolo nelle regioni della Galilea e Giudea, e fu crocifisso a Gerusalemme intorno all'anno 30, sotto il governo di Ponzio Pilato. La figura di Gesù è presente in diverse religioni. Per la maggior parte dei rami del cristianesimo, è il Figlio di Dio e, per estensione, l'incarnazione di Dio stesso. La sua importanza sta anche nella convinzione che, con la sua morte e successiva risurrezione, ha redento il genere umano. L'ebraismo nega la sua divinità, poiché è incompatibile con la sua concezione di Dio. Nell'Islam, dove è conosciuto come Isa, è considerato uno dei profeti più importanti, pur rifiutando la sua divinità. Gli insegnamenti bahá'í considerano Gesù come una "manifestazione di Dio", un concetto bahá'í per i profeti.[1] Alcuni indù considerano Gesù un avatar o un sadhu.[2] Alcuni buddisti, tra cui Tenzin Gyatso, il 14° Dalai Lama, considera Gesù un bodhisattva che ha dedicato la sua vita al benessere delle persone.[3] Quanto si sa di Gesù proviene quasi esclusivamente dalla tradizione cristiana —sebbene sia citato in fonti non cristiane—[4] soprattutto da quella usata per la composizione dei vangeli sinottici, scritta, secondo l'opinione della maggioranza, una trentina o almeno quarant'anni dopo la sua morte. La maggior parte degli studiosi ritiene che studiando i Vangeli sia possibile ricostruire tradizioni che risalgono ai contemporanei di Gesù, sebbene vi siano grandi discrepanze tra i ricercatori riguardo ai metodi di analisi dei testi e alle conclusioni che se ne possono trarre. .

Gesù nel Nuovo Testamento

Quello che segue è un resoconto della vita di Gesù così come appare nei quattro vangeli inclusi nel Nuovo Testamento, considerati libri sacri da tutte le denominazioni cristiane. Il racconto evangelico è la fonte principale per la conoscenza di Gesù, e costituisce la base delle interpretazioni che i diversi rami del cristianesimo fanno della sua figura. Sebbene possa contenere elementi storici, esprime fondamentalmente la fede delle comunità cristiane al tempo in cui questi testi furono scritti e la visione che avevano di Gesù di Nazaret in quel momento.

Nascita e infanzia

I racconti relativi alla nascita e all'infanzia di Gesù provengono esclusivamente dal Vangelo di Matteo (1,18-2,23) e da quello di Luca (1,5-2,52).[5] Non ci sono tali resoconti nei Vangeli di Marco e Giovanni. Le narrazioni di Matteo e Luca differiscono l'una dall'altra: Il vangelo di Matteo non racconta alcun viaggio prima della nascita di Gesù, quindi si può presumere che Maria e suo marito Giuseppe abitassero a Betlemme.[6] Maria rimase incinta inaspettatamente e Giuseppe pensò di rinnegarla, ma un angelo annunciò di in sogno che la gravidanza di Maria era opera dello Spirito Santo e profetizzò, con le parole del profeta Isaia,[7] che suo figlio sarebbe stato il Messia atteso dai Giudei.[8] Alcuni saggi d'Oriente in quel momento giunse il tempo a Gerusalemme chiedendo dal "re dei Giudei appena nato" con l'intenzione di adorarlo, cosa che avverte il re di Giudea, Erode il Grande,