Chiesa ortodossa

Article

June 28, 2022

La Chiesa Ortodossa, formalmente chiamata Chiesa Cristiana Ortodossa Apostolica, è una confessione cristiana, la cui antichità, tradizionalmente, risale a Gesù e ai dodici apostoli, attraverso una successione apostolica ininterrotta. Conta tra 225 e 300 milioni di fedeli in tutto il mondo [1] [2] La Chiesa ortodossa è considerata l'erede di tutte le comunità cristiane della metà orientale del Mediterraneo,[4] una pretesa non accolta dalle Chiese ortodosse orientali. La sua dottrina teologica fu stabilita in una serie di concili, di cui i più importanti sono i primi Sette Concili, detti "ecumenici" che ebbero luogo tra il IV e l'VIII secolo. Dopo diversi disaccordi e conflitti, la Chiesa ortodossa e la Chiesa cattolica si separarono nel cosiddetto "Scisma d'Oriente e d'Occidente", il 16 luglio 1054. Il cristianesimo ortodosso si diffuse in tutta l'Europa orientale grazie al prestigio dell'impero bizantino e all'opera di numerosi gruppi missionari. La Chiesa ortodossa è composta da 15 o, secondo alcuni di esse, 16 Chiese autocefale che riconoscono solo il potere della propria autorità gerarchica (ad esempio, il Patriarca di Alessandria, Antiochia, Costantinopoli e Gerusalemme, ecc. o quello del metropolita , se è così), ma mantengono reciprocamente la comunione dottrinale e sacramentale.

Distribuzione geografica

Oggi, il cristianesimo ortodosso è la religione predominante in Bielorussia, Bulgaria, Cipro, Georgia, Grecia, Moldavia, Montenegro, Macedonia del Nord, Russia, Romania, Serbia e Ucraina. Ci sono grandi comunità in Kazakistan (44% della popolazione), Lettonia (35%), Bosnia-Erzegovina (31%), Albania (20%), [5] Kirghizistan (20%), Estonia (16%), [ 6] Libano (10%), [7] Uzbekistan (9%), Turkmenistan (9%), Siria (4,5%), [8] Croazia (4,4%), Lituania (4,1 %), [9] Uganda (4 %) [10] e la Cisgiordania. Sono anche in Israele, a guardia di alcuni Luoghi Santi, specialmente a Gerusalemme. A causa dell'emigrazione, [11] vi sono anche importanti comunità ortodosse in Germania, Argentina, [12] [13] Australia, [14] Canada, Cile, [15] Colombia, Cuba, Spagna, [16] Stati Uniti, Francia, [17] Gran Bretagna, Italia, Messico, [18] Paraguay, Perù, Repubblica Dominicana, Venezuela e Honduras. In Guatemala, la comunità ortodossa di mezzo milione di fedeli [19] per origine è volgare.

Dottrina

Salvezza

Secondo i cristiani ortodossi, l'uomo è stato creato in perfetta comunione con Dio, ma è stato allontanato da Dio dal peccato. La salvezza dalle torture infernali dopo la morte e l'acquisizione della vita eterna fu compiuta da Gesù Cristo dopo la sua Incarnazione e l'unione in lui di due nature: una divina e l'altra umana, caduta dal peccato originale. Quell'unione portò alla trasformazione della natura umana nel processo della Sua risurrezione. In altre parole, passando questo processo grazie alla parte divina, la parte umana riceveva nuove qualità che da sola non poteva acquisire. Da allora, ogni essere umano porta quel potenziale di trasformazione e di ottenimento della vita eterna che si rivela, se crede che Gesù Cristo è il Salvatore e segue la Sua dottrina originale esposta nelle opere degli apostoli, degli evangelisti e dei padri della Chiesa.[20]

La Trinità

La dottrina della Chiesa ortodossa, riguardo alla Trinità, è riassunta nel Simbolo Niceno-Costantinopolitano. I cristiani ortodossi credono in un solo Dio, uno e trino: Padre, Figlio e Spirito Santo, di natura unica e indivisibile. La Santissima Trinità sono tre persone distinte e inconfondibili, ciascuna delle quali è un'ipostasi della Trinità,[21] condividendo la stessa essenza, increata, immateriale ed eterna. Nello spiegare il rapporto di Dio con la sua Creazione, i teologi distinguono l'essenza eterna di Dio dalle sue "energie non creative.