geologia

Article

May 19, 2022

La geologia (dal greco γῆ / guê /, 'Terra', e -λογία / -loguía /, 'trattato') [1] [2] è la scienza naturale che studia la composizione e la struttura sia interna che superficiale del pianeta Terra , e i processi mediante i quali si è evoluto nel tempo geologico.[3] Comprende un insieme di geoscienze, oggi così conosciute dal punto di vista della loro pedagogia, sviluppo e applicazione professionale. Offre testimonianze essenziali per comprendere la tettonica a zolle, la storia della vita attraverso la paleontologia, e come fu l'evoluzione di questa, oltre ai climi del passato. Oggi la geologia è di fondamentale importanza nell'esplorazione di giacimenti minerari (miniere) e idrocarburi (petrolio e gas naturale), e nella valutazione delle risorse idriche sotterranee (idrogeologia). Ha anche un'importanza fondamentale nella prevenzione e comprensione di fenomeni naturali come la rimozione di massa, in generale terremoti, tsunami, eruzioni vulcaniche, tra gli altri. Fornisce le conoscenze chiave per risolvere i problemi di inquinamento ambientale e fornisce informazioni sui cambiamenti climatici passati. Svolge anche un ruolo importante nella geotecnica e nell'ingegneria civile. La geologia comprende rami come la geofisica, la tettonica, la geologia strutturale, la stratigrafia, la geologia storica, l'idrogeologia, la geomorfologia, la petrologia e l'edafologia. Sebbene l'estrazione mineraria e le pietre preziose siano state oggetto di interesse umano nel corso della storia della civiltà, il loro sviluppo scientifico all'interno della scienza geologica non si è verificato fino al XVIII secolo. Lo studio della Terra, in particolare la paleontologia, fiorì nel XIX secolo e la crescita di altre discipline, come la geofisica con la teoria della tettonica a zolle negli anni '60, ebbe un impatto simile sulle scienze della Terra alla teoria dell'evoluzione sulla biologia . Per estensione, si applica allo studio del resto dei corpi e della materia del sistema solare (astrogeologia o geologia planetaria).

Storia

Tempo geologico

Traguardi importanti

4,6 miliardi di anni: Formazione del Sistema Solare [7] 4.54 Ga: Formazione della Terra. C. Ga 4: Fine del pesante bombardamento tardivo, prime prove di vita [8] C. 3.5 Ga: Inizio della fotosintesi. C. 2,3 Ga: atmosfera ossigenata, prima era glaciale globale [8] * 730-635 Ma: seconda era glaciale globale [9] 542 ± 0,3 Ma: Esplosione cambriana - Grande moltiplicazione degli organismi viventi; primo ritrovamento fossile in abbondanza; inizio del Paleozoico.[10] C. 380 Ma: Primi vertebrati terrestri.[11] 250 Ma: estinzione di massa Permiano-Triassico [12] - Almeno il 90% di tutti gli animali sulla terraferma muore; fine del Paleozoico e inizio del Mesozoico. 65 Ma: Estinzione di massa del Cretaceo-Terziario - I dinosauri scompaiono; fine del Mesozoico e inizio del Cenozoico.[13] C. 7 Ma: Aspetto degli ominidi [14] 3,9 Ma: Aspetto di Australopithecus, antenato diretto dell'Homo sapiens [15] 200 ka: comparsa del primo Homo sapiens moderno nell'Africa orientale.[16]

Metodi di incontri

Datazione relativa

I metodi per la datazione relativa sono stati sviluppati quando la geologia è emersa per la prima volta come scienza naturale. I geologi usano ancora oggi i seguenti principi come mezzo per fornire informazioni sulla storia geologica e sulla tempistica degli eventi geologici. Il principio dell'uniformitarismo afferma che i processi geologici osservati all'opera che modificano la crosta terrestre oggi hanno funzionato più o meno allo stesso modo nel tempo geologico.[17] Un principio fondamentale della geologia proposto dal medico e geologo scozzese del XVIII secolo James Hutton è q