Finca

Article

July 3, 2022

Una fattoria, detta anche fattoria o diritto di proprietà, è una proprietà immobiliare costituita da una porzione delimitata di terreno.[1] La delimitazione, chiamata confine, può essere fisica, attraverso recinzioni, punti di riferimento o altri sistemi, o semplicemente legale, attraverso la descrizione in un atto di proprietà. La proprietà rappresenta l'immobile per eccellenza: la terra. È stato di grande importanza fin dall'antichità per la sua rilevanza economica in tempi precedenti all'industrializzazione, ed è stato quindi un simbolo di ricchezza e prosperità. Pertanto, la regolamentazione del patrimonio immobiliare è stata molto ampia sin dai tempi antichi. Si differenzia dalla proprietà ordinaria per la sua natura economica, in quanto un'azienda agricola è una proprietà che viene normalmente utilizzata per lavorare o ricavarne un reddito.

Classificazione urbana

Con la comparsa dei regolamenti sulla regolamentazione urbana, la capacità del proprietario nell'uso del terreno è stata limitata. Per questo motivo in molti casi è stato differenziato a seconda della destinazione assegnata all'azienda, e si distingue tra: Fattorie rustiche: quelle destinate all'agricoltura, all'allevamento, ecc. Poderi industriali: destinati alla realizzazione di aree industriali e commerciali. Complessi urbani: di capacità edificabile molto maggiore, sono solitamente quelli con il maggior valore economico e sociale.Il cambio di classificazione si chiama qualificazione urbana, e può essere effettuato solo dall'autorità competente per lo sviluppo dell'urbanistica.

Classificazione e prezzi dei rustici

Esistono diverse tipologie di rustici in relazione all'attività economica a cui sono dedicati. Inizialmente si potrebbe fare la seguente divisione. Aziende agricole: pluviali (terreni agricoli pluviali, alberi non agrumari, vigneti e oliveti) e irrigati (terreni agricoli irrigui, ortaggi a cielo aperto, colture protette, riso, fragole, alberi di agrumi (arancio, mandarino, limone), non alberi di agrumi (snocciolati, da seme, frutta secca, carnosa e banana, vigneti (da tavola e lavorazione) e uliveti (da tavola e lavorazione). Allevamenti: pluviali (prati e pascoli) e irrigati (prati). Aziende forestali: destinate alla produzione e commercializzazione di alberi, legno, prodotti arboricoli e tutti i loro derivati. Allevamenti di caccia: selvaggina grossa (cinghiale, capriolo, cervo, cervo, daino, muflone...) e piccola selvaggina (coniglio, quaglia, lepre, tortore, pernice, fagiano...). i prezzi variano dalle fattorie più economiche alimentate a pioggia all'irrigazione intensiva.

Vedi anche

Tutte le pagine che iniziano con "Fattoria". Ager (classificazione) Uso (urbanistica) superficie a destra Proprietà registrata Azienda agricola Pacco terreno edificabile

Riferimenti

Collegamenti esterni

Wikizionario contiene definizioni e altre informazioni sulla fattoria.