Feyenoord di Rotterdam

Article

June 27, 2022

Il Feyenoord Rotterdam è una squadra di calcio della città di Rotterdam, nei Paesi Bassi. È stata fondata nel 1908[2] con il nome di Feijenoord Rotterdam e gioca nella prima divisione del campionato olandese, l'Eredivisie. Il club gioca in casa allo Stadion Feijenoord con una capacità di 51.177 spettatori. La sua maglia ha la metà sinistra bianca e l'altra rossa, e i suoi pantaloni sono neri. È il club più popolare dei Paesi Bassi e il secondo in termini di titoli ottenuti dopo l'Ajax Amsterdam, oltre ad essere il primo club olandese a vincere la Coppa Intercontinentale, la Coppa dei Campioni e la Coppa UEFA. È una delle quattro squadre olandesi mai retrocesse, anche se l'unica se si tiene conto dei tornei regionali dal 1898.[3] Il club è stato uno dei fondatori dell'Eredivisie nel 1956, da cui non è mai stato retrocesso, e uno dei le squadre che hanno promosso la professionalità nel Paese. Nella sua storia, il Feyenoord ha 15 titoli Eredivisie, tredici Coppe d'Olanda, quattro Supercoppe d'Olanda, una Coppa dei Campioni e due Coppe UEFA.[4] È una delle sole due squadre olandesi a diventare campione del mondo, rendendola una delle uniche 30 squadre del mondo che hanno ufficialmente vinto il titolo di "interclub mondiale", tra gli oltre 300.000 club riconosciuti dalla FIFA. Il punto più alto della loro storia arrivò nei primi anni '70, quando divennero campioni della Coppa dei Campioni e della Coppa Intercontinentale. Nonostante non abbia attraversato un buon periodo, il Feyenoord è stata l'ultima squadra olandese a vincere un torneo europeo ufficiale, vincendo la Coppa UEFA 2001-02 nel proprio stadio. Il suo ultimo campionato è stato ottenuto nel 2017. Ha una rivalità storica con l'Ajax Amsterdam, con cui disputa il Klassieker (El Clásico),[5] e con lo Sparta Rotterdam, poiché condividono la stessa città. Anche le partite giocate contro il PSV Eindhoven sono vissute con grande emozione.

Storia

La squadra di calcio Feyenoord di Rotterdam è stata fondata con il nome di Wilhelmina, si trovava nel pub De Vereeniging il 19 luglio 1908 e giocava con magliette rosse con maniche blu e pantaloncini bianchi. Tra il 1908, 1910, 1911 e 1912, il club subì una serie di cambi di nome e colore della squadra, diventando Hillesluise Football Club nel 1909, e poi RVV Celeritas. Dopo aver ottenuto la promozione dalla National Football Association nel 1912, il club cambiò nome in SC Feijenoord (dal distretto cittadino in cui fu fondata la squadra) e cambiò ancora una volta le divise, adottando le maglie biancorosse, i pantaloncini neri e i neri calzini che indossano ancora oggi. Nel 1918, Feijenoord fu promosso al più alto livello del calcio olandese e si trasferì allo stadio Kromme Zandweg. Il suo primo titolo fu ottenuto nel 1924. Dopo aver vinto quel campionato, lo ottenne altre 4 volte prima di cambiare il formato nell'attuale Eredivisie. I suoi grandi successi iniziano negli anni '60, quando George Sobotka ottiene la sua prima Eredivisie, partecipando così alla sua prima Coppa dei Campioni. Durante il resto del decennio sono seguiti da due doppi e un campionato. L'ultimo di quei campionati, 1968-69, gli ha permesso di giocare la Coppa dei Campioni, che ha vinto sotto la direzione di Ernst Happel. La finale è stata disputata contro il Celtic, che sapeva già com'era vincere una Coppa dei Campioni.[6] Come campione d'Europa, il Feyenoord rappresenta il continente nella finale della Coppa Intercontinentale, che giocherà contro l'Estudiantes de la Plata. L'andata a Buenos Aires finisce 2-2, ma il ritorno a Rotterdam finisce 1-0 in favore del Feyenoord, che diventa così campione del mondo.[7][8]​ Nel 1974, senza Ernst Happel in panchina, il Feyenoord è diventato campione per la prima volta nella sua storia di Coppa UEFA. La squadra era guidata dall'olandese Wiel Coerver. Il fi