Famiglia

Article

July 3, 2022

La famiglia è un insieme di persone formato da individui uniti, e legati principalmente da filiazioni o rapporti di coppia. [1] Il Dizionario della lingua spagnola lo definisce, tra l'altro, come un gruppo di persone legate tra loro che convivono,[2] il che implica i concetti di parentela e convivenza, anche se esistono altri modi, come il adozione. Secondo la Dichiarazione universale dei diritti dell'uomo, è l'elemento naturale, universale e fondamentale della società, ha diritto alla protezione della società e dello Stato.[3] I principali legami che definiscono una famiglia sono di due tipi: legami di affinità derivanti dall'instaurazione di un legame socialmente riconosciuto, come il matrimonio[4] — che, in alcune società, consente solo l'unione tra due persone mentre in altre è possibile la poligamia e i legami di consanguineità, come la filiazione tra genitori e figli o i legami stabiliti tra fratelli che discendono dallo stesso padre. La famiglia può essere differenziata anche in base al grado di parentela tra i suoi membri. Non c'è consenso su una definizione universale di famiglia. È un concetto antropologico che può essere messo in relazione con altri concetti, come clan, tribù e nazione; sociologico e anche economico (minimo business unit). Il nucleo familiare, fondato sull'unione tra un uomo e una donna, è il modello principale della famiglia in quanto tale, e la struttura oggi più diffusa; ma le forme di vita familiare sono molto diverse, a seconda di fattori sociali, culturali, economici e affettivi. La famiglia, come ogni istituzione sociale, tende ad adattarsi al contesto di una società.[5]

Etimologia

Il termine famiglia deriva dal latino famīlia, "gruppo di servi e schiavi patrimonio del capo della gens", a sua volta derivato da famŭlus, "servo, schiavo", che a sua volta deriva dall'osco famel. Il termine aprì il suo campo semantico includendo anche la moglie ei figli dei paterfamilias, ai quali legalmente appartenevano, fino a sostituire la gens. La parola famŭlus, e i suoi termini associati, sono stati tradizionalmente legati alla radice fames ("fame"), tanto che la parola si riferisce al gruppo di persone che mangiano insieme nella stessa casa e a cui un paterfamilias ha l'obbligo di sfamare .[6]

Origine

La famiglia suppone da un lato un'alleanza, il matrimonio, e dall'altro una filiazione, i figli.[7] Secondo Claude Lévi-Strauss, la famiglia ha la sua origine nell'instaurazione di un'alleanza tra due o più gruppi di discendenza attraverso il vincolo matrimoniale tra due dei suoi membri. La famiglia è composta dai parenti, cioè da quelle persone che, per motivi di consanguineità, affinità, adozione o altri motivi diversi, sono state accolte come membri di quella comunità. Le famiglie sono solitamente composte da pochi membri che spesso condividono la stessa residenza. A seconda della natura dei rapporti di parentela tra i suoi membri, una famiglia può essere classificata come nucleo familiare o famiglia allargata. La nascita di una famiglia avviene generalmente a seguito della frattura di una precedente o dell'unione di membri di due o più famiglie mediante la costituzione di alleanze matrimoniali o altri tipi di accordi sanciti dalla consuetudine o dalla legge. L'integrazione dei membri della famiglia, come nel caso di gruppi di parentela più ampi come i lignaggi, avviene attraverso meccanismi di riproduzione sessuale o reclutamento di nuovi membri. Se si considerasse che la famiglia dovrebbe riprodursi biologicamente, quei gruppi in cui Ego [8]​ o il suo consorte (o entrambi) non sono in grado di riprodursi biologicamente non potrebbero essere concettualizzati come "famiglie". In questi casi, la funzione riproduttiva è transl