Egitto

Article

August 11, 2022

L'Egitto (arabo مصر‎, Miṣr, pronunciato in dialetto egiziano: Maṣr; copto: Ⲭⲏⲙⲓ, khemi), ufficialmente la Repubblica araba d'Egitto (arabo: جمهوريّة مصرالعربيّة Ŷumhūriyyat transcontinentale Miṣr Al-abiah), è un paese sovrano transcontinentale Si trova principalmente nell'estremo nord-est dell'Africa, mentre in Asia si trova nella penisola del Sinai. Confina a sud con il Sudan, a ovest con la Libia e a nord-est con la Striscia di Gaza (Palestina) e Israele. A nord confina con il Mar Mediterraneo e a sud-est con il Mar Rosso. La maggior parte della sua superficie è costituita dal deserto del Sahara. Il fiume Nilo attraversa il deserto da sud a nord, formando una stretta valle e un grande delta alla foce nel Mediterraneo. Queste terre fertili sono densamente popolate, concentrando la più grande popolazione nazionale in Africa. Quasi la metà degli egiziani vive nelle aree urbane, specialmente nei centri densamente popolati del Cairo, della sua capitale e di Alessandria. Fu la culla dell'antica civiltà egizia, che insieme alla civiltà mesopotamica fu all'origine dell'attuale cultura occidentale, influenzando in modo decisivo la storia dell'umanità. I resti di questa civiltà costellano il paese, come le piramidi e la Grande Sfinge, o la città meridionale di Luxor, che contiene un gran numero di resti antichi, come il tempio di Karnak e la Valle dei Re. L'Egitto è attualmente un importante centro politico e culturale del Medio Oriente ed è considerato una potenza regionale. La sua attuale forma di governo è la repubblica semipresidenziale. Tra il 2013 e il 2014 era sotto un governo ad interim, formato dopo il colpo di stato del 2013 che rovesciò il primo presidente democratico del paese, Mohamed Morsi.[8]

Etimologia

L'antico nome del paese era Kemet (km.t), ovvero 'terra nera', e deriva dal fertile limo nero depositato dalle inondazioni del Nilo, distinto dalla 'terra rossa' (dsr.t) del deserto. Il nome divenne kīmi e kīmə nella fase copta della lingua egiziana e fu tradotto nel greco antico come Χημεία (Khemía). Miṣr, (مصر), nome arabo ufficiale dell'Egitto, è di origine semitica e significa "confine". È simile al nome ebraico מִצְרַיִם mitzrayim, letteralmente "due confini", forse riferito all'Alto e al Basso Egitto. La forma più antica appare in accadico come Miṣru e in assiro, Muṣur, miṣru/miṣirru/miṣaru, che significa anche "confine" o "limite", dalla radice semitica ṣwr, che indica qualcosa di stretto o angusto, con il prefisso me. Il nome in spagnolo, Egitto, deriva dal latino Aegyptus, derivato a sua volta dal greco Αίγυπτος (Aigyptos), già attestato in epoca micenea come nome: "a-ku-pi-ti-yo", cioè "l'egiziano". È la trascrizione fonetica di uno dei nomi, o epiteti, di Menfi, ovvero: ḥwt-k3-ptḥ, che significa "casa del ka (spirito) di Ptah', alludendo a un tempio di questo dio. La forma intermedia appare in accadico come Hikuptah, da Αίγυπτα, ellenizzato come Αίγυπτος (Aigyptos). Durante il dominio dei Lagidi e successivamente dei romani, la lingua egizia era chiamata copta e i suoi parlanti, i nativi egiziani che mantennero la loro cultura, divennero noti come copti, un termine derivato dal greco Aigyptos attraverso la forma γυπτίο gyptio che passò in arabo come Qubt Un'etimologia greca popolare, citata da Strabone, derivò il greco Aigyptos dall'espressione Aἰγαίου ὑπτίως, Aegaeon uptiōs, "oltre l'Egeo". La Bibbia e la mitologia greca ritengono che il nome nelle rispettive lingue sia un eponimo, o di Mizraim, figlio di Cam, o dell'Egitto figlio di Belo.

Storia

Antico Egitto

La ricchezza fornita dal limo fertile dopo le inondazioni annuali del fiume Nilo, insieme all'assenza di potenti