Ecologia

Article

June 25, 2022

L'ecologia è la branca della biologia che studia le relazioni dei diversi esseri viventi tra loro e con il loro ambiente: "la biologia degli ecosistemi." [1] Studia come queste interazioni tra gli organismi e il loro ambiente influenzino proprietà come la distribuzione o l'abbondanza. L'ambiente comprende proprietà fisiche e chimiche che possono essere descritte come la somma di fattori abiotici locali, come il clima e la geologia, e gli altri organismi che condividono quell'habitat (fattori biotici). Gli ecosistemi sono costituiti da parti che interagiscono dinamicamente tra loro insieme agli organismi, alle comunità che compongono e anche alle componenti non viventi del loro ambiente. I processi dell'ecosistema, come la produzione primaria, la pedogenesi, il ciclo dei nutrienti e varie attività di costruzione dell'habitat, regolano il flusso di energia e materia attraverso un ambiente. Questi processi sono sostenuti in organismi con caratteristiche storiche specifiche della vita e nella varietà di organismi che sono chiamati biodiversità. La visione integrativa dell'ecologia solleva lo studio scientifico dei processi che influenzano la distribuzione e l'abbondanza degli organismi, nonché le interazioni tra gli organismi e la trasformazione dei flussi energetici. L'ecologia è un campo interdisciplinare che comprende la biologia e le scienze della Terra. L'ecologia si è evoluta dalla storia naturale degli antichi filosofi greci, come Ippocrate, Aristotele e Teofrasto, ponendo le basi dell'ecologia nei loro studi di storia naturale. Le basi successive per l'ecologia moderna furono stabilite nei primi lavori di fisiologi vegetali e animali. I concetti evolutivi di adattamento e selezione naturale sono diventati i capisaldi della moderna teoria ecologica, trasformandola in una scienza più rigorosa nel XIX secolo. È strettamente correlato alla biologia evolutiva, alla genetica e all'etologia. Comprendere come la biodiversità influisce sulla funzione ecologica è un'importante area di interesse negli studi ecologici.

Storia

Il termine ökologie fu coniato nel 1869 [2] dal naturalista e filosofo tedesco Ernst Haeckel dalle parole greche oikos (casa, dimora, casa) e logos (studio o trattato); quindi ecologia significa «lo studio della casa».[3] In un primo momento Haeckel intese per ecologia la scienza che studia i rapporti degli esseri viventi con il loro ambiente, ma in seguito estese tale definizione allo studio delle caratteristiche dell'ambiente, che comprende anche il trasporto di materia ed energia, e la loro trasformazione mediante comunità biologiche.

Precursori

Ai biologi e ai geografi va riconosciuto un ruolo fondamentale agli albori dell'ecologia. È importante ricordare il notevole contributo dei greci classici. Aristotele, ad esempio, oltre ad essere un filosofo, era un biologo e naturalista di grande levatura. Basti citare i suoi libri sulla vita e sui costumi del pesce, frutto dei suoi dialoghi con i pescatori, e delle sue lunghe ore di osservazione personale. Il suo discepolo Teofrasto descrisse per primo le interrelazioni tra gli organismi e il loro ambiente.[4] Le prime concezioni dell'ecologia, come l'equilibrio e la regolazione in natura, risalgono a Erodoto, che descrisse uno dei primi resoconti del mutualismo nella sua osservazione del "naturalismo". odontoiatria". [5] Se passiamo al XVIII secolo, quando la biologia e la geografia si stavano appena trasformando nelle scienze moderne che conosciamo oggi, è essenziale riconoscere il carattere assolutamente ecologico del lavoro dei fisiologi nella loro progressiva scoperta dei rapporti tra pianta e animale vita con fattori abiotici come luce, acqua o carbonio.