Certificazione di vendita record

Article

June 25, 2022

La certificazione delle vendite discografiche è un sistema di riconoscimento per gli artisti le cui produzioni discografiche[n. 1]​ raggiungere le cifre di vendita più elevate. Nei paesi di lingua spagnola, i riconoscimenti più comuni sono il record d'oro e il record di platino, ma vengono assegnati anche il record d'argento e il record di diamante. Nei paesi di lingua inglese, il Golden Record è ben noto. Il numero di vendite necessarie per ottenere questi premi varia in base alla popolazione del paese in cui viene pubblicata la produzione discografica e al volume abituale delle vendite, e la scala può variare anche nello stesso paese a causa dell'evoluzione delle vendite (aumento o diminuire). Così, ad esempio, in Germania il numero di dischi di platino nei singoli e negli album è variato dagli anni '80 ad oggi, passando da 800.000 copie prima a 500.000, poi 300.000 e attualmente a 200.000, a causa del calo delle vendite e della conseguente difficoltà dei record di aggiudicazione. Da parte sua, il Regno Unito ha mantenuto costanti le sue 300.000 copie necessarie per raggiungere il record di platino nel paese, perché le vendite record non hanno subito cambiamenti così significativi. In Spagna, le quantità richieste per i dischi d'oro e di platino erano originariamente rispettivamente di 50.000 e 100.000 copie; il 1 novembre 2005 sono state abbassate a 40.000 e 80.000, ea metà settembre 2009 sono state nuovamente abbassate rispettivamente a 30.000 e 60.000.[1][2] Attualmente sono a 20.000 e 40.000 .[3] Normalmente questi riconoscimenti vengono dati in base alle copie distribuite e non in base a quelle vendute, poiché non tutti i paesi contano il 100% delle copie vendute, ma una percentuale che si aggira intorno all'80% e il resto è stimato. Ma le copie prodotte sono contabilizzate al 100%. Le copie necessarie per ottenere il riconoscimento variano anche in base al formato della produzione discografica: album, singolo, DVD o download. In alcuni paesi c'è anche una distinzione tra artisti nazionali o stranieri, oa seconda della lingua. Così, negli Stati Uniti, il platino per gli album è fissato a 1.000.000 di copie, mentre se l'album contiene almeno il 51% di canzoni in spagnolo (chiamato latino) può anche beneficiare dei premi d'oro e di platino, che vengono consegnati quando si superano le 200.000 copie venduto. All'inizio del 21 ° secolo, le certificazioni vengono generalmente assegnate cumulativamente ed è possibile che un singolo album venga assegnato argento, oro e platino consecutivamente. Un album che ottiene il doppio del disco di platino è generalmente noto come "doppio platino".

Storia

Il premio originale "Gold Record" (in realtà "Gold Record"), è stato assegnato agli artisti dalle proprie case discografiche, per celebrare il raggiungimento di 1.000.000 di dischi in vinile venduti negli Stati Uniti d'America. Il primo di questi premi fu consegnato dalla RCA al musicista Glenn Miller nel febbraio 1942, celebrando le 1.200.000 di vendite del suo singolo "Chattanooga Choo Choo". Un altro esempio delle prime consegne di questo premio da parte di una casa discografica è quella concessa a Elvis Presley nel 1956, per 1.000.000 di vendite del suo singolo "Hound Dog". Questi esempi hanno suscitato polemiche in merito ai successivi riconoscimenti dello stesso riconoscimento, per vendite molto inferiori (500.000 nel 2007), che non renderebbero giustizia a questi artisti.

Certificazione RIAA

Sono stati applicati vari criteri per determinare se una produzione discografica ottiene o meno un riconoscimento speciale per le sue vendite. Alcuni di questi criteri erano basati sulle unità vendute e altri sul valore delle vendite. Insomma, il primo criterio ufficialmente riconosciuto dalla Recording Industry Association of America, per ottenere “