Danimarca

Article

August 10, 2022

La Danimarca (in danese: Danmark pronunciato / tænmɑk /, "La terra o il marchio dei danesi") è uno dei ventisette stati sovrani che compongono l'Unione Europea. Si trova nel nord Europa. È il più meridionale dei paesi nordici e anche il più piccolo. Ufficialmente, il Regno di Danimarca (in danese, Kongeriget Danmark, Danmarks Rige) è una comunità composta da tre parti autonome, la Danimarca stessa e i suoi due territori d'oltremare o territori dipendenti, la Groenlandia e le Isole Faroe. La sua capitale e città più popolosa è Copenaghen, che si trova sull'isola di Zealand. La Danimarca si distingue come i paesi scandinavi per avere ingegneria avanzata, inverni freddi, fitte foreste e bassa densità di popolazione; nominato il paese meno corrotto del mondo (2010), con un'elevata crescita economica dal 1987 e, secondo gli studi, il paese in cui gli abitanti sono più felici e uno dei migliori al mondo in cui vivere. La Danimarca fa parte della Scandinavia e ha solo un confine terrestre con la Germania, sebbene dal 1999 sia collegata alla Svezia su strada e ferrovia, attraverso il ponte di Øresund. Il territorio danese è formato dalla penisola dello Jutland (Jylland) e da 407 isole di cui 79 abitate (2009).[11] La Danimarca ha 7.314 km di costa [3] ed è completamente circondata dal mare del Nord e dal Mar Baltico, ad eccezione dello Jutland, che si unisce al continente europeo. Le principali isole danesi sono la Zelanda (Sjælland), Fyn (Fyn), Vendsyssel-Thy, Lolland e Bornholm al largo della costa della Polonia, la più lontana dall'arcipelago danese. Questa posizione ha storicamente conferito alla Danimarca il controllo sull'accesso al Mar Baltico. Dal 1849, anno in cui fu abolita la monarchia assoluta che aveva governato il paese dal 1660, divenne monarchia parlamentare. In termini di permanenza, la famiglia reale danese può essere considerata una delle più antiche del mondo, essendo esistita per almeno un millennio. La Danimarca fa parte dell'Unione Europea, anche se non usa l'euro. Quando il paese aderì alla CEE nel 1973, lo fece senza le Isole Faroe, mentre la Groenlandia scelse di separarsi dalla CEE nel 1985. Divenne anche membro fondatore della NATO nel 1949, ponendo fine alla tradizionale politica di neutralità. fino ad allora. A causa della sua natura povera di risorse geologiche, la Danimarca ha concentrato la sua economia sull'attività agricola, grazie alle sue fattorie, allo sfruttamento delle pompe e all'industria cantieristica. Nel secolo scorso i danesi hanno promosso l'industrializzazione del loro Paese e hanno favorito l'instaurazione di un modello di welfare state, garantendo l'accesso ai servizi pubblici sin dalla firma dell'accordo di Kanslergade nel 1933 e sviluppando un'economia mista molto sviluppata.

Preistoria e storia

Culture preistoriche

Nonostante si pensi che il territorio sia stato abitato circa 120.000 anni fa, i primi resti archeologici legati alla presenza umana risalgono all'Oscillazione di Bølling, dal 12.500 al 12.000 a.C. C.[12] Magdaleniano (12.000 aC-9000 aC) Cacciavano cavalli e mammut. La necessità di materie prime litiche (pietre e legno) mobilitò diversi clan familiari a circa diecimila chilometri di distanza. Quando il ghiaccio in Scandinavia si ritirò, le famiglie emigrarono nella regione. Maglemosiano (9000 aC-6000 aC) Sono stati rinvenuti arpioni e uncini e secondo gli esperti vi erano insediamenti estivi nei fiumi e nei mari, dediti alla pesca. Cultura Kongemose (6000 aC-5200 aC) La fine dell'era glaciale provoca inondazioni sulle coste nordiche. L'economia era basata sulla caccia al cervo e al cinghiale integrata dalla pesca in alcuni insediamenti costieri. Ertebolliense (5300 a. C.-3950 a. C.) Cultura di pescatori, la sua industria presenta ami, ramponi e la sua economia