dizionario spagnolo

Article

August 10, 2022

Il Dizionario della lingua spagnola (ufficialmente DLE dalla 23a edizione e DRAE fino alla 22a edizione) [1] [2] [3] [4] [5] è un dizionario della lingua spagnola edito e preparato dalla Royal Spanish Academy . L'Accademia stessa lo chiama anche il "Dizionario usuale". Fino alla 22a edizione, la RAE lo abbreviava DRAE (Dizionario dell'Accademia Reale Spagnola), ma dal 23 utilizza l'acronimo DLE (Dizionario della lingua spagnola), perché tutte le accademie ora partecipano alla sua elaborazione dell'Associazione delle Accademie di la lingua spagnola.[6] È considerato il dizionario normativo della lingua spagnola.[7] [8] Nel 2020 la sua edizione online ha ricevuto un miliardo di query.[9] La prima edizione di questo dizionario risale al 1780 e l'edizione più recente è la 23, del 2014. La 23 è stata pubblicata il 16 ottobre 2014, a conclusione della celebrazione del III Centenario dell'istituzione. Ha 2376 pagine ed è stato pubblicato in un unico volume (18 × 26 centimetri), rilegato in cartone con scatola. Ne è stata pubblicata anche una versione in due volumi, destinata all'America, e una speciale per i collezionisti. Il numero di articoli è salito a 93 111, rispetto agli 84 431 inclusi nella precedente edizione.[10] [11] È stato rivisto nel 2017;[12] il suo aggiornamento, noto come versione elettronica 23.2, è del 2018;[13] il suo aggiornamento, noto come versione elettronica 23.3, è del 2019 e il suo aggiornamento, noto come versione elettronica 23.4, è del 2020. [14] Per quanto riguarda la sua natura normativa, l'Accademia stessa chiarisce che le raccomandazioni ei giudizi che formula si basano sull'uso normale della lingua oggi e che si cerca l'unità tra i molti paesi con le loro diverse norme. Il dizionario include parole di uso comune diffuso, almeno in un ambito rappresentativo di quelle in cui si parla spagnolo o castigliano e comprende anche numerosi arcaismi e parole oggi in disuso, per comprendere l'antica letteratura castigliana. Dalla 21a edizione (1992), è aumentato il numero di significati tipici dei paesi di lingua spagnola, le cui Accademie di Lingua fanno parte dell'Associazione delle Accademie di Lingua Spagnola (ASALE), chiarendo l'area in cui vengono utilizzate.[15]

Titoli del dizionario

Dizionario della lingua castigliana composto dalla Reale Accademia Spagnola, titolo tra la I (1780) e la IV edizione (1803). Dizionario della lingua castigliana della Reale Accademia Spagnola, titolo tra la V (1817) e la 14a edizione (1914). Dizionario della lingua spagnola, titolo dalla XV edizione (1925) in poi.

Origini e sviluppo del dizionario

L'elaborazione di un dizionario di spagnolo o castigliano fu uno dei primi compiti che la RAE impose alla sua fondazione nel 1713, pubblicando per la prima volta il Dizionario delle autorità (1726-1739) in sei volumi. Sulla base di questo lavoro, il dizionario stesso è preparato come un compendio in un unico volume, la cui prima edizione risale al 1780. Il titolo completo di questa edizione era Dizionario della lingua castigliana composto dalla Reale Accademia Spagnola, ridotto a un volume per facilità d'uso. Le ragioni esposte nella prefazione alla pubblicazione di questo dizionario sono state la necessità per il pubblico di avere accesso a un dizionario tra la decadenza della prima edizione del Dizionario delle autorità e il ritardo nella pubblicazione di una seconda edizione corretta e ampliata di questo, offrendo questa alternativa di più facile utilizzo e di minor costo. Di questa versione ridotta del dizionario sono state pubblicate 23 edizioni, mentre la seconda edizione del Dizionario delle autorità è rimasta incompiuta. La prima edizione del dizionario in un unico volume ebbe nuove versioni nel 1783, 1791, 1803 e 1815. Da questa quinta edizione fu semplicemente intitolato Dizionario della lingua ca