Daniel Velazquez

Article

May 24, 2022

Ceferino (Daniel, dal 1976) Feito y Becerro de Bengoa (Madrid, 4 giugno 1945 – Madrid, 10 maggio 2022)[1], artisticamente riconosciuto come Daniel Velázquez, è stato un cantante, produttore e imprenditore musicale spagnolo.

Carriera artistica

I suoi inizi furono alla radio, per poi passare alla canzone, iniziando nel pop all'inizio degli anni '60 guidando il gruppo Cefe e Los Gigantes, e in seguito iniziò una carriera come cantante di canzoni melodiche con Maryní Callejo, produttrice di Los Brincos e Formula V, tra gli altri.[2] Il suo primo successo come solista fu Pensiamo a noi, nel 1968. Nello stesso anno ebbe fortuna con il brano En un corner del mundo. Nel 1969, la canzone Words (composta da Juan Pardo) ebbe un relativo successo, con essa fu preselezionato per rappresentare la Spagna all'Eurovision, edizione in cui vinse Salomé. Nel 1976 parteciperà al programma di selezione spagnola per l'Eurovision: "Voces a 45...Hacia el Eurofestival 76".[3] Dopo alcuni anni come cantante, si ritirò all'età di 33 anni, entrò a far parte della squadra municipale del Comune di Madrid per mano di José Luis Álvarez, creando il Villa de Madrid Rock Contest, dando inizio ai concerti del cosiddetto movida madrilena. Ha anche diretto alcuni locali notturni ed è stato direttore del Centro Hispano-Rumano de Alcalá de Henares, anche se ha lavorato anche come musicista, ha continuato come compositore per altri solisti e gruppi, oltre che come produttore.[4]

Discografia

La sua discografia comprende:[5]

Come la voce del gruppo "Cefe y Los Gigantes"

EP: "Senza rancore / I miei amici / Non ricordarmelo / Il gioco dell'amore" (Columbia, 1965). EP: "I'll Scream / It's Not True / You Lie / Your Image" (Columbia, 1965). Album - Compilation (insieme a Los Shakers, Los Buitres, The New Group e Sam Alver): una saga rock di Madrid (Rama Lama, 2015).

Come Daniel Velázquez, Single con Philips

1968: Pensiamo a noi / Una rosa tagliata. 1968: In un angolo del mondo / non sarò solo. 1968: Penso solo a te / Ieri non c'è più. 1969: Niente può cambiare / Amore, ti ho visto sulla strada. 1969: Parole / Completamente, lunga vita! 1970: Una giornata felice / Tutto comincia a svegliarsi. 1971: Figlia della nuvola / Parole. 1971: il cane / Rosa. 1971: Non andare mai / Giochi d'amore. 1972: Il miracolo dell'amore / A San Marcos. 1972: Tema dell'amore / Ti darò.

Come Daniel Velázquez, Single con Polydor

1973: Penserai / Innamorati di me 1974: Tornerai di nuovo / nasceranno gli amori. 1975: Bella ragazza / Cuore. 1975: Vai, vai / Sono stanco di amare. 1976: Parole, solo parole / Perdonami, perdonami. 1976: Era per Maria / Quel dolce viaggio. 1977: L'uomo che voleva la Luna / Se tu non fossi un sogno. 1977: Una canzone per te / Quanto è difficile.

Come Daniel Velázquez, 1974 Album (Polydor 23 85 079)

Torna a Gerusalemme. Prendimi o lasciami. penserai Mi scusi. Avvolto nei suoi ricordi. L'amore nascerà. Tornerai di nuovo. Innamorati di me. Il mio amore è più giovane di me. Torna a casa, amore. Mi ricordo ancora di te. Heart.(arrangiamento di Rafael Ferro, C. Gentili, M. Gas e J. Torregrosa. Direzione artistica: R. Singer)

Come Daniel Velázquez, 1976 Album (Polydor)

Era per Maria. Democrazia. La medaglia. Quel dolce viaggio Parole, solo parole. Il cantante triste

Riferimenti

Collegamenti esterni

La Razón - Intervista nel 2013 di José María Amilibia La Biblioteca sonora - Daniel Velázquez