narrativa

Article

August 11, 2022

Un narratore (traduzione spagnola del termine inglese narratore), chiamato anche contabile, narratore o narratore, è un narratore orale di racconti e storie.[1]

Generi usati dal narratore

L'Aneddoto, dal greco anékdotos, è un breve resoconto o notizia di qualche evento particolare più o meno notevole. Di solito un personaggio più anziano, come il nonno, persone che vivono vite avventurose, viaggiatori e simili, sono al centro dell'aneddoto.[2] La Storia è qualsiasi narrazione e più precisamente qualsiasi successione di eventi, reali o meno, senza uno stretto nodo drammatico. The Legend: genere molto universale. La leggenda è sempre all'origine di ogni paese e sebbene possa essere fantastica, in realtà può avere una lontana ispirazione storica. Sono legati alla questione della fede. Così come la storia ha una funzione eminentemente ludica, le leggende hanno la funzione di fornire una spiegazione o un chiarimento. Il Mito fa parte della cosmogonia di una regione o di un popolo. The Short Story: Secondo la definizione di Enrique Anderson Imbert, "il racconto è una finzione in prosa, breve, ma con uno sviluppo così formale che, fin dall'inizio, consiste nel soddisfare in qualche modo un urgente senso di scopo". Storie dell'orrore: il genere horror e horror è sempre stato attraente per le persone e ha molto a che fare con leggende e miti.[3] Il culebrero: In alcune regioni è la caricatura del mercante che pubblicizza in modo creativo i suoi prodotti nelle piazze, usando la narrazione come mezzo per attirare l'attenzione. La favola: è un genere antico. È un tipo di breve composizione che porta a una morale e in cui i protagonisti sono generalmente animali che rappresentano esseri umani.

In Spagna

La narrazione, ispirata a una figura familiare ancestrale nelle diverse autonomie spagnole e con profili molto personali, è stata recuperata come spettacolo pubblico da gruppi teatrali indipendenti e moderne compagnie di burattini,[4] a partire dagli anni '70.[5][6] Dilettante è stata anche promossa la narrazione, con eventi come la Story Marathon,[7] una tradizione iniziata a Guadalajara nel 1992 e successivamente estesa ad altre città spagnole.

In America

Il movimento dello storytelling in America ha avuto una crescita interessante dall'ultimo decennio del ventesimo secolo. Sono circa un centinaio i festival nazionali e internazionali a cui partecipano narratori di tutto il mondo. Messico, Cuba, Costa Rica, Venezuela, Cile, Argentina e Colombia sono tra i paesi più attivi nella narrazione orale.[citazione necessaria] In Colombia si possono citare i seguenti festival, oltre alle attività nelle università e nelle aziende private: Entre racconti e fiori, a Medellín (organizzato dalla Vivapalabra Cultural Corporation); Abrapalabra, a Bucaramanga (organizzato da Corfescu); Caribe Cuenta, a Barranquilla (organizzato da Luneta 50); Voglio una storia e una parola pura, a Bogotá (organizzate rispettivamente da Corporación Gaia e Chaquen); Akuentajuî, a Riohacha e Santa Marta www.akuentajui.co organizzato dalla Tradition and Culture Corporation; Unicuento, a Cali, e Galerías Cuenta, a Pasto. In Messico ci sono diversi spazi permanenti di narrazione orale, tra i più importanti ci sono progetti come "Word Regaladores" che ha il supporto dell'Università Nazionale Autonoma del Messico e quelli gestiti dal gruppo "Big Stories for Small Socks", responsabile dell'organizzazione il Children's Story Festival nella città di Oaxaca e dintorni, considerato uno dei più importanti del Messico, con una presenza televisiva e con un sistema di selezione dei partecipanti tramite audizioni.

Vedi anche

Filando Giornata Internazionale