Continente

Article

June 25, 2022

È considerato un continente per una vasta area di terra che si differenzia da altre più piccole o sommerse per concetti geografici, come gli oceani; culturale, come l'etnografia; e la storia di ciascuno. La divisione della Terra in continenti è convenzionale, e di solito si riconoscono tra quattro [1] e sette [2] continenti; ad esempio, una divisione in sei continenti è solitamente: Asia, Antartide, Europa, Africa, Oceania e America. Recentemente, è stato descritto anche il nuovo continente sommerso della Zelanda, situato al di sotto della Nuova Zelanda, [3] che riforma il numero totale dei continenti.

Definizione di continente

La parola continente deriva dal latino continente, che significa "tenere insieme" e deriva dal continente terra, "le terre continue". Letteralmente, il termine si riferisce a una grande distesa di terra sulla superficie del globo. Pertanto, ci sono alcuni modelli di continenti che considerano l'Europa e l'Asia come due continenti, mentre l'Eurasia è considerata una regione geopolitica e altri fanno il contrario. In realtà, la nozione di continente è una convenzione creata in Europa a partire dal XVI secolo. In precedenza, il concetto di continente era molto vago e impreciso; la differenza tra un'isola, una penisola e un continente era solo la dimensione, e molte volte la stessa definizione continentale non concordava tra autori diversi. In generale si sosteneva l'idea dell'unità di tutte le terre emerse circondate da un mare primordiale.[4] Nonostante attualmente si assuma come partizione naturale la spartizione in continenti, e quindi anche l'identificazione con un'unità etnografica in ogni continente, in realtà è un'invenzione dei geografi, esploratori, scienziati, ecc. europei, che dividevano le terre emerse. Questa classificazione divenne la "divisione naturale" per il resto del mondo.[5]

Modelli continentali

In realtà, non esiste un unico modo per fissare il numero dei continenti e spetta a ciascuna area culturale determinare se due grandi masse di terra insieme formano uno o due continenti e, nello specifico, stabilire i limiti tra Europa e Asia (Eurasia ) da un lato e Nord America e Sud America (America) dall'altro. I principali modelli sono i seguenti: 4 continenti: [1] [6] [7] alcuni suggeriscono che Europa, Africa e Asia dovrebbero costituire un unico continente chiamato Euraphrasia o Afroeurasia. Questo modello si basa su una definizione rigorosa del continente come un'area di terra continua, dove i confini artificiali come i canali di Suez e Panama non sarebbero vere e proprie barriere intercontinentali.5 continenti: [8] [9] modello che include solo i continenti abitati (esclusa l'Antartide), [6] [7] che sono rappresentati nei 5 anelli del logo olimpico.[9] Questo è il modello utilizzato dall'ONU.[10] 6 continenti (modello tradizionale): [1] [2] L'Antartide è stata aggiunta al modello tipico dei cinque continenti. Questo modello è comunemente usato in America Latina, ex colonie francesi, nelle ex colonie portoghesi, nei paesi europei dove si parlano lingue romanze (Spagna, Portogallo, Italia, Francia, Romania, Belgio, Monaco, San Marino, Vaticano e Andorra) e in Grecia.6 continenti (modello geologico): [6] [7] ha un rapporto approssimativo con le placche tettoniche continentali, per cui Europa e Asia formano un unico continente chiamato Eurasia e invece l'America è divisa in due continenti (Nord America e Sud America). È il modello preferito dalla comunità geografica dei paesi dell'ex Unione Sovietica, dell'Europa dell'Est e del Giappone.7 continenti: [2] [11] [12] [13] [14] [15] modello convenzionale comunemente usato in inglese -paesi di lingua, nei paesi europei dove si parlano lingue germaniche, in India, Pakistan, Filippine