Accordi

Article

August 14, 2022

I cordati (Chordata, dal greco χορδωτά khordota 'con corda') sono un phylum del regno animale caratterizzato dalla presenza di una dorsale o notocorda (o notocorda) di cellule turgide, [1] tubo neurale cavo in posizione dorsale, fessure branchie e coda, almeno in qualche stadio dello sviluppo embrionale.[2] Sono note quasi 65.000 specie attuali [3] (essendo quindi il terzo phylum animale più numeroso, dopo artropodi e molluschi), la maggioranza appartenenti al subphylum dei vertebrati, di cui quasi la metà sono pesci. I cordati sono un gruppo con una grande diversità, adattato a un gran numero di nicchie ecologiche e hanno dimostrato nel corso della loro storia evolutiva notevoli adattamenti, specialmente all'ambiente terrestre e al suo ambiente, ma anche all'ambiente acquatico o anfibio, in cui molti di loro costituiscono il ultimi legami trofici dei loro ecosistemi. Nei cordati spicca la capacità di autoregolazione e di organizzazione interna; alcuni, come uccelli e mammiferi, possono aumentare e mantenere la temperatura corporea. Questi e altri fattori hanno aggiunto complessità a questo gruppo di animali, consentendo un maggiore controllo sulle reazioni metaboliche e lo sviluppo di un sistema nervoso complesso.

Caratteristiche generali

I cordati sono animali deuterostomi, bilaterali (con simmetria bilaterale), triblastici (con tre strati germinali), celomati (con celoma ben sviluppato, che si perde in alcuni gruppi) e segmentati. Tra le caratteristiche del phylum ci sono: [4] Notocorda: asta di sostegno semirigida che giace dorsalmente al tubo digerente. È costituito da cellule cartilaginee che conferiscono al corpo una certa rigidità ed è ricoperto da una guaina fibrosa. Si estende a tutto il corpo, in alcuni gruppi persiste per tutta la vita, mentre nella maggior parte dei crani viene sostituito durante lo sviluppo dalla colonna vertebrale. Cordone nervoso cavo, tubolare e dorsale al tubo digerente (epineura). Dall'estremità anteriore di questa corda, negli animali più complessi, si sviluppano il cervello e il midollo spinale. Questo cordone cavo si forma nell'embrione dall'invaginazione di cellule ectodermiche dalla zona dorsale del corpo, sopra la notocorda. Nei vertebrati, il cordone nervoso scorre protetto dagli archi neurali delle vertebre e il cervello è circondato da un cranio osseo o cartilagineo. Faringotremia ad un certo stadio di sviluppo, cioè faringe dotata di sacche o fessure. Le ragadi faringee comunicano esternamente con la cavità faringea e sono formate dall'invaginazione dell'ectoderma (solchi faringei) e dall'evaginazione dell'endoderma (sacche faringee) che delimita la faringe. Entrambi si uniscono quando stanno costituendo le fessure branchiali nei vertebrati acquatici: pesci e larve di anfibi. Negli amnioti non si aprono mai e danno origine ad altre strutture. Oltre alle branchie, le fessure faringee formano diverse ghiandole nei vertebrati: il timo e le tonsille. Danno anche origine a strutture come la tromba di Eustachio o la cavità dell'orecchio medio. Nei protocordati, la faringe perforata è emersa come sistema di alimentazione del filtro. Endostilo (urocordati e cefalocordi) o la sua controparte (ghiandola tiroidea) nei vertebrati. Coda postanale in una parte dello sviluppo. Segmentazione muscolare in un tronco non segmentato. Cuore ventrale, con vasi sanguigni dorsali e ventrali. Sistema circolatorio chiuso. Apparato digerente completo, con bocca e ano.

Classificazione e filogenesi

I cordati sono suddivisi in tre sottofili: urocordati, cefalocordati e vertebrati. I primi due sono stati raggruppati sotto il nome di procordati, taxon che è stato progressivamente abbandonato, in quanto gruppo parafiletico. Le relazioni filogenetiche tra i s