Casa delle Americhe (OAS)

Article

August 11, 2022

Casa de las Américas è il nome dato all'edificio principale dell'Organizzazione degli Stati Americani (OAS), situato a Washington DC, Stati Uniti[1]. Il Comitato Permanente dell'OAS tiene le sue sessioni in questo edificio.

Storia

Fu costruito nel 1910 dagli architetti Albert Kelsey e Paul P. Cret e finanziato con i contributi degli Stati membri della Pan American Union e una donazione di Andrew Carnegie. La sua architettura riflette l'unità del continente americano, con influenze dell'era coloniale spagnola, dei popoli originari del continente e dell'Europa. L'edificio si trova su Constitution Avenue, a 200 metri dalla Casa Bianca, ed è stato inaugurato quando l'Organizzazione emisferica – allora chiamata Unione Panamericana – contava 21 Paesi Membri. Oggi l'OAS conta 35 membri -34 attivi- e 70 Osservatori Permanenti. Concepito come un omaggio alle molte culture dell'emisfero occidentale, l'architettura Beaux-Arts di Casa de las Américas è unica in quanto infonde il suo modello rinascimentale europeo con un vocabolario architettonico profondamente radicato nelle tradizioni americane. La sua pianta rettangolare, organizzata attorno ad un patio centrale, ne riconosce le origini nei disegni storici dell'antica Grecia e di Roma, poi affinati nella regione mediterranea, e nelle Americhe. La proprietà fu acquisita nel 1907 dal Consiglio di Amministrazione dell'Ufficio Internazionale delle Repubbliche Americane, che all'epoca era il Segretariato dell'Unione Internazionale delle Repubbliche Americane, fondata nel 1889; e che ha preceduto l'Unione Panamericana, fondata nel 1910. Sull'angolo prominente della proprietà spicca il maestoso edificio a due piani, con pareti esterne in marmo bianco con venature blu (provenienti dallo Stato della Georgia) e un tetto a capanna sporgente di tegole di ceramica rossa. Sulla facciata marmorea dell'edificio, a fianco delle tre monumentali porte bronzee che decorano i portali ad arco, si trovano due fregi raffiguranti il ​​Nord e il Sud America. L'aquila calva del nord e il condor del sud si guardano, assicurando i principi delle relazioni internazionali che guidano l'azione dell'OAS. Le parole "Organizzazione degli Stati americani" sono scolpite nella parete di marmo sopra i gruppi scultorei. Il nome "Pan American Union" è scritto su un pannello grigio-rossastro sopra le porte che conducono alla Casa de las Américas. Oltre agli ornamenti botanici corinzi, la facciata della Casa delle Americhe incorpora numerosi elementi decorativi scultorei che simboleggiano l'obiettivo della comprensione e della cooperazione emisferica tra i Paesi membri dell'OAS. Questo programma ornamentale prevede l'uso ripetuto di motivi, come la pace tra i paesi delle Americhe, simboleggiata dalle lettere “P” e “A”, talvolta intrecciate; la stella, elemento che compare nei simboli nazionali di molte nazioni americane, e la figura femminile della pace, che compare su ogni capitello delle lesene, tra le classiche foglie d'acanto. L'accesso stradale all'edificio è segnato da grandi torce di bronzo che fanno la guardia ai lati della prima delle due rampe di gradini cerimoniali in marmo che salgono ai tre grandi ingressi nell'arco dell'edificio, dove, come ornamento nella pietra angolare di ogni arco, reca la lettera “A”, che sta per America. Le aperture ad arco presentano una straordinaria cornice ornamentale direttamente ispirata al reticolo della Cattedrale di Saragozza, in Spagna. Riferimenti