Germania

Article

July 3, 2022

Germania (in tedesco, Deutschland, pronunciato / ˈdɔʏtʃlant / (ascolta)), ufficialmente Repubblica Federale di Germania (in tedesco, Bundesrepublik Deutschland pronunciato / ˈbʊndəsʁepuˌbliːk ˈdɔʏtʃlant / (ascolta)), è uno dei ventisette stati sovrani che compongono il Unione europea. Costituita in uno stato di diritto sociale e democratico, la sua forma di governo è la repubblica parlamentare e federale. La sua capitale è Berlino. È formato da sedici stati federali (Bundesländer) e confina a nord con il Mare del Nord, la Danimarca, la Svezia (confine marittimo) e il Mar Baltico; ad est con la Polonia e la Repubblica Ceca; a sud con Austria e Svizzera; e ad ovest con Francia, Lussemburgo, Belgio e Paesi Bassi. Anche la città di Büsingen am Hochrhein, situata in Svizzera, fa parte della Germania. Il territorio della Germania copre 357.022 km² [5] e ha un clima temperato. Con quasi 83 milioni di abitanti, è il Paese più popoloso tra gli Stati membri dell'Unione Europea e ospita il terzo gruppo di migranti internazionali. Dopo gli Stati Uniti, la Germania è la seconda destinazione migratoria più popolare al mondo.[9] I vocaboli tedesco e Germania sono latinizzazioni dell'antico germanico allmanis (composto da all 'all' e man 'man', cioè 'tutti gli uomini'); Lo storico romano Amiano Marcelino fu il primo a parlare di Alamannia nel IV secolo per riferirsi ad una confederazione di tribù germaniche.[10] Ma questi nomi furono usati anticamente anche dai romani per riferirsi alla tribù degli Alamanni (non la stessa come tedeschi), il popolo germanico più vicino al territorio dell'Impero Romano. Fu quindi usato per denominare l'intero Paese.[11] Oltre al tedesco, è diffuso anche l'uso del germanico gentilicio, derivato dal nome con cui i romani si riferivano alle tribù romane o celtiche dell'Europa centrale, il cui territorio chiamata Germania.[11] Dall'anno 962, i territori tedeschi formarono una parte centrale del Sacro Romano Impero, che durò fino al 1806. Durante il XVI secolo, le regioni settentrionali del paese divennero il centro della Riforma protestante. Come moderno stato-nazione, il paese fu unificato al tempo della guerra franco-prussiana del 1871. Dopo la seconda guerra mondiale, quando la Germania nazista fu sconfitta dagli Alleati, la Germania fu divisa in due stati separati lungo le linee dell'occupazione alleata in 1949; gli stati risultanti furono la Repubblica Federale di Germania e la Repubblica Democratica Tedesca, riunite nel 1990. È stato membro fondatore della Comunità Europea (1957), divenuta Unione Europea nel 1993. Fa parte della zona Schengen e ha adottato la moneta unica europea, l'euro, nel 1999. La Germania è membro delle Nazioni Unite, della NATO, del G-7, delle nazioni del G4 e ha firmato il Protocollo di Kyoto. È la quarta economia mondiale in termini di PIL nominale, la prima in Europa, ed è stata la più grande esportatrice mondiale di merci nel 2007. In termini assoluti, stanzia il terzo budget annuale per gli aiuti allo sviluppo nel mondo, [12 ] Mentre le sue spese militari si sono classificate al nono posto nel mondo nel 2012. [13] Il paese ha sviluppato un elevato tenore di vita e ha istituito un sistema di sicurezza sociale completo. Ricopre una posizione chiave negli affari europei e mantiene stretti rapporti con varie associazioni mondiali.[14] È riconosciuta come leader nei settori scientifico e tecnologico.[15]

Nome

Il nome Germania deriva dal popolo germanico noto ai romani come alemanni o alamanni; attestato per la prima volta da Dione Cassio nel contesto di una campagna militare dell'imperatore Caracalla nel 213. Lo storico bizantino Agatías (VI secolo) cita Gaio Asinio Cuadrado che avrà