anni '50

Article

August 15, 2022

Gli anni '50 iniziarono il 1 gennaio 1950 e terminarono il 31 dicembre 1959. Durante questo decennio, le due superpotenze vittoriose della seconda guerra mondiale, gli Stati Uniti e l'Unione Sovietica, ruppero la loro alleanza durante la guerra e si disgregarono, diventando leader di due blocchi: il blocco occidentale (capitalista occidentale) guidato dagli Stati Uniti , e il blocco orientale (comunista orientale) guidato dall'Unione Sovietica e dal mondo vide quella che divenne nota come la Guerra Fredda. Poco dopo la fine del conflitto mondiale, la guerra civile in Cina, diede il trionfo di Mao Zedong che stabilì nella terraferma della sua nazione un nuovo governo di ideologia comunista che rivoluzionò il paese, riconosciuto come Repubblica Popolare Cinese. Negli anni '50, la disputa tra i due nuovi assi mondiali si intensificò notevolmente con la guerra di Corea e la successiva divisione del Paese in due diversi stati. Cominciò una corsa agli armamenti senza precedenti che si sarebbe estesa nei decenni successivi, così l'URSS e gli Stati Uniti iniziarono a gareggiare per un arsenale nucleare in grado di distruggere l'intero pianeta. Il processo di decolonizzazione iniziato dopo la seconda guerra mondiale si intensifica e segnerà questo decennio e i prossimi due. Imperi come quello francese o britannico si staccano da numerosi possedimenti in Africa, Medio Oriente e Asia. Gli Stati Uniti videro una rivoluzione culturale alimentata dal rapido sviluppo industriale e dal conseguente fenomeno del consumismo. La Germania e il Giappone conobbero una sorprendente ripresa economica in meno di due decenni dalla fine della guerra, aveva trasformato entrambi i paesi in potenze economiche, anche se non politiche o militari. Pertanto, sebbene Francia e Gran Bretagna avessero un peso politico maggiore, Giappone e Germania superarono i due paesi vincitori della seconda guerra e anche la loro presenza nel commercio internazionale superò quella dell'Unione Sovietica. Un processo di capitale importanza per il futuro dell'Europa e del mondo ha avuto inizio quando Robert Schuman ha pronunciato la famosa dichiarazione omonima, che costituisce l'embrione dell'attuale Unione Europea.

Eventi storici

1950

I Mondiali di calcio si giocano in Brasile, dove nell'ultima partita la squadra locale affronterà la squadra uruguaiana, che alla fine diventerà campione. Prodezza sportiva conosciuta come il "Maracanazo". In Unione Sovietica viene ripristinata la pena di morte. Inizia la guerra di Corea. Sale al trono Gustavo VI Adolfo di Svezia. La Libia diventa indipendente dall'Italia. Nella Città del Vaticano, papa Pio XII proclamò il dogma dell'Assunzione di Maria. Getúlio Vargas viene eletto presidente del Brasile, a partire dal suo secondo mandato.

1951

Re Leopoldo III del Belgio abdica dopo 17 anni di regno. Gli succede il figlio Baldouino. Il 1 luglio, Abdullah I, il primo re di Giordania, morì e gli successe Talal I. Mohammad Mosaddeq è nominato primo ministro dell'Iran.

1952

Re Giorgio VI muore dopo 15 anni di regno. Gli succede sua figlia, Isabella II. Eva Perón, leader politico e sociale dell'Argentina, muore. Il re Talal I abdicò e Hussein I salì al trono giordano. Juan Domingo Perón viene eletto per la seconda volta consecutiva presidente della Repubblica Argentina. Negli Stati Uniti, la prima bomba H viene fatta esplodere nell'atollo di Eniwetok. Jonas Edward Salk inventa il primo vaccino contro la poliomielite. Prima edizione di Miss Universo vinta dalla finlandese Armi Kuusela. Marcos Pérez Jiménez instaura una dittatura in Venezuela, significa un ritardo nei diritti umani e un progresso economico e culturale per la nazione. Rivoluzione nazionale in Bolivia.

1953

I repubblicani tornano alla Casa Bianca dopo l'elezione di Dwight D. Eisenhower a presidente degli Stati Uniti. Morte