3 febbraio

Article

June 26, 2022

Il 3 febbraio è il 34° (trentaquattresimo) giorno dell'anno nel calendario gregoriano. Rimangono 331 giorni nell'anno e 332 negli anni bisestili.

Eventi

1377 – Più di 2.000 persone vengono uccise nella città italiana di Cesena durante la Guerra degli Otto Santi. 1451: Mehmed II inizia il suo secondo mandato come sultano dell'Impero Ottomano dopo essere succeduto a Murad II. 1522: la città di Toledo (Spagna) si arrende alle truppe di Carlo I durante la Guerra delle Comunità. 1536: nell'attuale Argentina, sulle rive del Río de la Plata, Pedro de Mendoza fonda il villaggio di Nuestra Señora del Buen Ayre, il primo insediamento nell'attuale località di Buenos Aires. Verrà distrutta in pochi anni e rifondata quasi mezzo secolo dopo. 1574: nell'impero russo, lo zar Ivan il Terribile, si sposa per la quarta volta. 1614: il balletto Don Quichotte dansé par Mme Sautenir viene rappresentato al Palazzo del Louvre (a Parigi). 1651: Il Parlamento di Parigi chiede la destituzione del cardinale Jules Mazzarino da Primo Ministro. 1783: la Gran Bretagna riconosce l'indipendenza degli Stati Uniti. 1807: a Montevideo (Uruguay) inizia un'invasione inglese. 1813: nel villaggio di San Lorenzo (Argentina) si svolge la Battaglia di San Lorenzo: i Granatieri a cavallo al comando di José de San Martín sconfiggono una spedizione spagnola al comando del comandante Juan Antonio Zabala. 1820: in Cile, il soldato britannico Thomas Cochrane si impossessa della città di Valdivia, ponendo fine a una delle importanti roccaforti spagnole sulla costa del Pacifico. 1825 – Circa 800 persone annegano sulla costa tedesca del Mare del Nord in un'ondata di tempesta.[1] 1830: la Grecia ottiene l'indipendenza dall'impero ottomano. 1839: Gli inglesi occupano Karachi. 1843: in Argentina, il governatore di Buenos Aires Juan Manuel de Rosas organizza la sede di Montevideo (Uruguay). 1852: in Argentina viene combattuta la battaglia di Caseros, dove le forze comandate da Justo José de Urquiza sconfiggono quelle di Juan Manuel de Rosas. 1867: a Città del Messico inizia la sua attività la Scuola Nazionale Preparatoria. 1870: il Re d'Italia rifiuta la corona di Spagna per suo nipote, Tomás Alberto de Saboya, duca di Genova. 1875: durante la terza guerra carlista, si verifica la sorpresa di Lácar, un evento in cui il re Alfonso XII stava per essere catturato dalle truppe carliste. 1900: nel quadro della guerra anglo-boera, fonti boere confermano che nell'ultima settimana le loro perdite in vite umane ammontano a 1.100 soldati, mentre circa 600 sono stati gravemente feriti. 1900: Il ministro della Guerra messicano, il generale Bernardo Reyes, annuncia la proposta di pace offerta agli indigeni Yaqui per porre fine alla loro rivolta indipendentista: la garanzia di mantenere la proprietà delle loro terre e il diritto alla cittadinanza messicana.[ citazione necessaria] 1900: muore sui monti Bacatete (Sonora) il generale messicano Lorenzo Torres, comandante delle forze che represse la ribellione degli indigeni Yaqui. Le vittime dell'esercito in questo conflitto ammonterebbero a 358. 1900: il governo brasiliano annuncia l'arresto di "diversi elementi monarchici che stavano complottando contro la Repubblica".[citazione necessaria] 1900: a Vienna (Austria), Bruxelles (Belgio) e Aquisgrana (Germania) si svolgono grandi scioperi operai che chiedono miglioramenti salariali e sociali. 1904: a Murcia il fiume Segura esonda.[2] 1906: Il governo giapponese aumenta il tonnellaggio della sua marina da 240.000 a 400.000 tonnellate. 1912: a Ferrol, i re di Spagna ―Alfonso XIII e Victoria Eugenia de Battenberg― assistono al varo della España, la nuova corazzata della Marina Militare. 1915: si tiene a Parigi la conferenza dei ministri delle finanze alleati. 1916: in Germania inizia la confisca delle industrie tessili.[citazione necessaria] 1916: Iván Goremykin viene sostituito da Borís Shtiúrmer alla presidenza del consiglio del ministro