1991

Article

June 27, 2022

Il 1991 (MCMXCI) era un anno comune che iniziava il martedì del calendario gregoriano.

Eventi

Gennaio

2 gennaio: a Guipúzcoa (Paesi Baschi spagnoli) il gruppo terroristico ETA assassina Luis García Lozano, governatore militare in carica. 4 gennaio: A New York, l'ONU vota all'unanimità per condannare Israele per il trattamento riservato ai palestinesi. La Comunità Europea archivia la Spagna per scarso controllo dello sporco sulle sue spiagge. In Polonia, Jan Krzysztof Bielecki è nominato nuovo primo ministro. 6 gennaio: In Mali viene firmato un accordo di pace con i Tuareg. In Guatemala, Jorge Serrano Elías viene eletto nuovo presidente dopo aver vinto il secondo turno delle elezioni generali. 7 gennaio: ad Haiti, Roger Lafontant (ex ministro del dittatore deposto Jean-Claude Duvalier), fallisce il golpe contro il presidente democratico Jean-Bertrand Aristide. 13 gennaio: A Vilnius (Lituania), l'Armata Rossa attacca l'edificio della radio e della televisione; 14 persone muoiono e centinaia rimangono ferite. In Portogallo, il socialista Mário Soares viene rieletto presidente con il 70,43% dei voti. 14 gennaio: Jorge Serrano Elías assume la presidenza in Guatemala. 15 gennaio: in Colombia Jorge Luis Ochoa viene consegnato alla giustizia nell'ambito di un processo di negoziazione da parte dello Stato. 16 gennaio: in Iraq, gli Stati Uniti iniziano la Guerra del Golfo (chiamata anche Operazione Desert Storm). 17 gennaio: in Norvegia, l'attuale re Harald V brandisce lo scettro alla morte di suo padre, Olaf V. 23 gennaio: in Colombia, membri del Blocco di ricerca della polizia uccidono i fratelli sicari David Prisco Lopera e Armando Prisco Lopera. (vedi: Los Priscos) 25 gennaio: in Colombia, membri del cartello di Medellín assassinano la giornalista colombiana Diana Turbay proprio mentre stava per essere salvata. 26 gennaio: in Somalia viene deposto il presidente Siad Barre e il Paese entra in guerra civile. 28 gennaio: trasmette TNT (America Latina), che trasmette in Sud America e Messico.

Febbraio

1 febbraio: nel nord del Pakistan, un terremoto di magnitudo 6,8 della scala Richter provoca più di 300 morti e distrugge molte città. 3 o 4 febbraio: a Rimini il Partito Comunista Italiano cessa ufficialmente di esistere, dopo 70 anni di storia, quando il XX Congresso ne approvò la conversione in Partito Democratico della Sinistra. 5 febbraio: viene insediata in Colombia l'Assemblea Nazionale Costituente, un'istituzione il cui obiettivo era quello di modellare la Costituzione politica della Colombia. 7 febbraio: in Spagna, la sessione plenaria del Congresso dei Deputati approva la creazione dell'Instituto Cervantes, il cui obiettivo è diffondere la lingua e la cultura spagnola all'estero. 9 o 10 febbraio: in Lituania si tiene un plebiscito ―dichiarato illegale dal leader sovietico Gorbaciov―, in cui il 90,47% della popolazione chiede l'indipendenza dall'Unione Sovietica. 10 febbraio: il governo peruviano impone lo stato di emergenza a causa di un'epidemia di colera. 11 febbraio: in Lituania il Parlamento ratifica il plebiscito tenutosi due giorni prima. Il governo islandese è l'unico che riconosce l'indipendenza della Lituania. 13 febbraio: in Iraq - nel quadro dell'invasione statunitense dell'Iraq, due bombe "intelligenti" statunitensi distruggono un rifugio antiaereo civile sotterraneo, uccidendo centinaia di civili iracheni. 16 febbraio: In Iraq: americani e britannici bombardano i sobborghi di Baghdad, con decine di vittime civili e nessun militare. In Spagna, il film ¡Ay, Carmela!, di Carlos Saura, vince tredici premi Goya della Spanish Film Academy. Nell'arena La Macarena a Medellín (Colombia) esplode un'autobomba. 17 persone muoiono e più di 60 rimangono ferite. Il crimine è attribuito al cartello di Medellín. 18 febbraio: a Londra (Regno Unito), il Provisional IRA fa