1931

Article

July 1, 2022

Il 1931 (MCMXXXI) era un anno comune che iniziava il giovedì secondo il calendario gregoriano.

Eventi

Da gennaio a giugno

2 gennaio: a Panama, il presidente Florencio Harmodio Arosemena viene licenziato dal movimento nazionalista Acción Comunal Patriótica.[1] 3 gennaio: a Ciudad Juárez (Messico) iniziano ad entrare i rimpatriati dagli Stati Uniti a causa della crisi in quel Paese. Fino a dicembre torneranno 38.688 messicani. 22 gennaio: tra le Isole Canarie e la Penisola Iberica, inizia a funzionare il servizio telefonico. 24 gennaio: in Cirenaica (Sahara) le brigate italiane d'invasione conquistano l'oasi di Cufra. 27 gennaio: in Francia, Pierre Laval diventa primo ministro. 3 febbraio: in Nuova Zelanda un terremoto distrugge diverse città e provoca la morte di 256 persone. 5 febbraio: in Spagna il Premio Nazionale di Letteratura viene assegnato a Mauricio Bacarisse. 6 febbraio: il film di Charles Chaplin Lights of the City esce negli Stati Uniti. 7 febbraio: in Spagna vengono ripristinate le garanzie costituzionali e vengono indette le elezioni legislative. 11 febbraio: in Unione Sovietica, il governo ordina la mobilitazione di specialisti agrari per lavorare gratuitamente per due mesi nelle fattorie collettivizzate. 12 febbraio: a Tokyo, in Giappone, la trasmissione via cavo di una partita di baseball al laboratorio dell'Università di Waseda, è la prima trasmissione sportiva del mondo trasmessa dalla televisione. 13 febbraio: Nell'India invasa dalla Gran Bretagna, la capitale passa da Calcutta a Nuova Delhi (era già stata nominata capitale il 12 dicembre 1911). 14 febbraio: in Spagna, il generale Dámaso Berenguer si dimette da primo ministro sei giorni dopo la pubblicazione del bando ufficiale per le elezioni. 15 febbraio: a Ciudad Juárez (Messico) un civile trova 25 bombe in un campo vicino al cimitero comunale. Una volta raccolti, la polizia ha effettuato la loro distruzione. Il governo sostenne che le bombe appartenevano ai "rinnovatori", che le avevano sepolte durante la loro fuga dalla città nell'aprile 1929. 17 febbraio: il viceré dell'India, Lord Edward W. Irving, incontra il Mahatma Gandhi, il principale leader dell'indipendenza. 18 febbraio: in Spagna, l'ammiraglio Aznar forma un nuovo governo incaricato dal re Alfonso XIII. 21 febbraio: in Spagna il numero dei disoccupati ammonta a circa 150.000. 21 febbraio: a Ciudad Juárez (Messico), il consiglio comunale in seduta straordinaria decreta la destituzione definitiva di Arturo N. Flores dalla carica di presidente municipale, per essersi separato dall'incarico senza il relativo permesso. 22 febbraio: in Perù, il consiglio direttivo presieduto da Sánchez Cerro, convoca le elezioni per formare un'Assemblea costituente. 22 febbraio: in Spagna Francesc Macià torna a Barcellona dal Belgio dal suo esilio dal 1923. 25 febbraio: in Messico, la compagnia telefonica statunitense Ericsson inaugura la nuova linea telefonica tra Ciudad Juárez e Chihuahua. 28 febbraio: in Bolivia viene fondata la Camera Nazionale delle Industrie del Paese: 2 marzo: negli Stati Uniti, la canzone The Star Spangled Banner diventa ufficialmente l'inno nazionale di quel Paese. 3 marzo: in Spagna si costituisce il partito del Centro Costituzionale, formato tra gli altri da Cambó e dal Duca di Maura. 15 marzo: viene fondato a Buenos Aires il Club Atlético Correos y Telégrafos, predecessore dell'attuale Club delle Comunicazioni. 23 marzo: in Spagna viene concessa la libertà condizionata ai firmatari del manifesto rivoluzionario. 31 marzo: Managua, la capitale del Nicaragua, viene distrutta da un terremoto. Sarà nuovamente distrutta da un altro terremoto nel 1972 il 5 aprile: in Spagna, le candidature degli 81.099 consiglieri sono presentate nelle 8.943 circoscrizioni per le elezioni comunali del 12 aprile, e sono proclamate automaticamente, ai sensi dell'art�