18 novembre

Article

June 26, 2022

Il 18 novembre è il 322° (trecentoventiduesimo) giorno dell'anno nel calendario gregoriano e il 323° negli anni bisestili. Mancano 43 giorni alla fine dell'anno.

Eventi

401: I Visigoti, guidati dal re Alarico I, attraversano le Alpi e invadono l'Italia settentrionale. 656: in Spagna inizia il VII Concilio di Toledo. 871: a Wasit (Iraq) si registra un terremoto che fa un bilancio di 20.000 vittime. (Questo è forse lo stesso terremoto registrato il 22 giugno 872). 1096: in Spagna, Pedro I, re di Navarra e Aragona, conquista Huesca. 1226: nei pressi del villaggio curdo di Halabja, a circa 240 km a nord-est di Baghdad (Iraq) alle 06:00 (ora locale), viene registrato un terremoto di magnitudo 6,3 della scala sismologica Richter (intensità IX) con epicentro a una profondità di 9 km. In quel luogo Saddam Hussein e il generale Ali Hassan al-Mayid ("Alí il chimico") effettuarono l'attacco chimico ad Halabja nel 1988, con oltre 5.000 vittime civili. 1307: In Svizzera, secondo la leggenda, l'eroe nazionale Guglielmo Tell compie l'impresa di colpire una mela posta sulla testa di suo figlio. 1421: nei Paesi Bassi, tra la notte del 18 e la prima mattina del 19, un temporale torrenziale rompe una diga a Wieldrecht. Circa 72 villaggi vengono inghiottiti dalle acque e muoiono tra le 2.000 e le 10.000 persone. Tutta l'Olanda e la Zelanda sono sott'acqua. (Inondazione del giorno di Santa Isabel). 1434: in Spagna, Juan II di Castiglia, in segno di gratitudine per i servizi resi, dona la città di Rute (Córdoba) alla sua fanciulla Ramiro Yáñez de Barnuevo y Sotomayor. 1517: in Spagna, Carlos I arriva a Valladolid, dove presto si manifesteranno le rivalità tra l'aristocrazia fiamminga e quella spagnola. 1541: nella Cappella Sistina, Michelangelo termina l'affresco Il Giudizio Universale.[2] 1667: un terremoto si verifica a Shamakhi (Azerbaigian), provocando 80.000 vittime. 1727: a Tabriz (Iran) si registra un terremoto di magnitudo 7,2 della scala di magnitudo delle onde di superficie (intensità X) con epicentro a una profondità di 15 km, lasciando un bilancio di 77.000 vittime. (Questo è forse lo stesso terremoto registrato il 26 aprile 1721.) 1738: firma del Trattato di Vienna del 1738, con il quale si conclude la cosiddetta Guerra di Successione Polacca. 1755: a Boston (Stati Uniti) si registra un terremoto che non lascia vittime. Vedi Terremoti prima del 20° secolo. 1803: a Vertières, vicino al promontorio francese, a nord dell'ex colonia francese di Saint-Domingue (oggi Haiti), il condottiero indigeno Jean J. Dessalines sconfigge definitivamente le truppe francesi. 1809: durante la guerra d'indipendenza spagnola, l'esercito spagnolo organizzato dal Consiglio centrale viene sconfitto nella battaglia di Ocaña, a Ocaña. 1818: in Paraguay, il governo di José Gaspar Rodríguez de Francia divide la Repubblica in sei dipartimenti elettorali e introduce lo scrutinio segreto. 1820: in Ecuador, la città di Loja diventa indipendente dall'impero spagnolo. 1823: a Lima (Perù), il Congresso nomina il generale José Bernardo de Tagle primo presidente costituzionale della Repubblica del Perù. 1824: in Messico, viene creato il Distretto Federale come capitale della Repubblica, con sede a Città del Messico. 1829: un terremoto di magnitudo 5,5 della scala sismologica Richter (intensità VII) viene registrato ad Anhui (Cina), lasciando "molti" morti. 1846: in Spagna viene fondata a Villaviciosa de Odón la Scuola degli Ingegneri Forestali. 1852: viene fondata la città di San Javier de Loncomilla in Cile. 1901 (domenica): nel centro di Città del Messico, alle tre del mattino, la polizia compie un'irruzione in Calle de la Paz (oggi Calle Ezequiel Montes) arrestando 41 uomini - 22 vestiti da ragazzi e 19 vestiti da donna - e li porta alla prigione di Betlemme. Uno di loro, don Ignacio de la Torre, genero del presidente Porfirio Díaz, viene rilasciato.