Zahia Menturi

Article

August 17, 2022

Zahia Mentouri-Chentouf (arabo: زهية منتوري, romanizzato: Zahiyya Mantūrī; 1947-12 luglio 2022) è stata un medico algerino e funzionario del governo che ha servito come ministro algerino della salute e degli affari sociali nel 1992.

Vita in anticipo

Mentour è nato nel 1947 nell'Algeria francese. Nel 1952 i suoi genitori emigrarono in Francia con il fratello e la sorella, ma Mentouri fu lasciata a Costantino alle cure degli zii. Alcuni membri della famiglia di Mentouri hanno combattuto le forze francesi durante la Guerra d'Indipendenza algerina; uno zio e due cugini furono uccisi dalle forze francesi. Durante la crescita, molti degli amici di Mentouri erano Pied-Noirs, persone di etnia francese nate in Algeria. La sua lingua principale era il francese e aveva poca abilità con l'arabo.

Carriera

Dopo l'indipendenza dell'Algeria nel 1962, Mentouri era ottimista sul futuro dell'Algeria come stato socialista, studiando medicina e facendo volontariato nell'assistenza sanitaria nelle zone rurali dell'Algeria. Ha anche istituito unità di terapia intensiva pediatrica in diverse città algerine. Mentouri è stata successivamente nominata rettore dell'Università di Annaba, dove ha fondato una scuola di medicina. Il 22 febbraio 1992 Mentouri è stata nominata Ministro della Salute e degli Affari Sociali nel governo del Primo Ministro Sid Ahmed Ghozali. Durante il suo periodo come ministro, Mentouri ha contribuito a emanare una nuova legislazione che designerebbe la salute pubblica come priorità nazionale. Tuttavia, durante la guerra civile algerina, il 29 giugno 1992 il presidente Mohamed Boudiaf fu assassinato; di conseguenza, il governo di Ghozali fu sciolto, con Mentouri che si dimise da ministro della salute il 19 luglio 1992, prima che potesse realizzare la sua ambizione di istituire assistenza sanitaria gratuita in Algeria. Dopo che Mentouri si rifiutò di fondare un'università islamista, iniziò a ricevere minacce di morte, costringendola fuggire da Algeri; in seguito ha cambiato nome e si è stabilita in una piccola città, dove ha lavorato in un ospedale locale. A un certo punto, negli anni '90, una bambina di 7 anni a cui era stata tagliata la gola fu portata in terapia intensiva di Mentouri; la sua famiglia era stata tutta uccisa da una milizia del Fronte di salvezza islamico, ma è sopravvissuta. Dopo un soggiorno di 8 mesi in terapia intensiva di Mentouri, è stata adottata da Mentouri e da suo marito. Dopo la fine della guerra civile, Mentouri si è trasferita a Orano, dove è diventata professoressa di anestesia e rianimazione presso l'Università di Orano. Mentouri è stato anche ricercatore per l'Agenzia nazionale per lo sviluppo della ricerca sanitaria, ha organizzato la Conferenza africana sulla ricerca sanitaria ed è stato direttore dell'Agenzia tematica per la ricerca e le scienze della salute. Mentouri è accreditato di "aver formato tutti gli anestesisti pediatrici nell'ovest del paese". Mentouri è morto il 12 luglio 2022.

Riferimenti