Cattedrale di Wells

Article

August 14, 2022

La Cattedrale di Wells è una cattedrale anglicana a Wells, nel Somerset, in Inghilterra, dedicata a Sant'Andrea Apostolo e sede del vescovo di Bath and Wells, la cui cattedrale è la chiesa madre della diocesi di Bath and Wells. Costruita nel 1176-1450 per sostituire una chiesa precedente sul sito dal 705, è di dimensioni moderate per una cattedrale inglese. Il suo ampio fronte ovest e la grande torre centrale sono caratteristiche dominanti. È stata definita "senza dubbio una delle più belle" e "più poetiche" delle cattedrali inglesi. La sua architettura gotica è per lo più in stile inglese antico della fine del XII e dell'inizio del XIII secolo, priva dell'opera romanica che sopravvive in molte altre cattedrali. La costruzione iniziò intorno al 1175 all'estremità orientale con il coro. Lo storico John Harvey lo vede come la prima struttura veramente gotica d'Europa, rompendo gli ultimi vincoli del romanico. La muratura in pietra delle sue arcate appuntite e dei pilastri scanalati presenta modanature pronunciate e capitelli scolpiti in uno stile foliato a "foglie rigide". Il suo primo fronte inglese con 300 figure scolpite, è visto come un "supremo trionfo delle arti plastiche combinate in Inghilterra". L'estremità orientale conserva molte vetrate antiche. A differenza di molte cattedrali di fondazione monastica, Wells ha molti edifici secolari sopravvissuti legati al suo capitolo di canoni secolari, tra cui il Palazzo del Vescovo e il Vicars' Close residenziale del XV secolo. È un edificio classificato di I grado.

Storia

Primi anni

I primi resti di un edificio sul sito sono di un mausoleo tardo-romano, identificato durante gli scavi nel 1980. Una chiesa abbaziale fu costruita a Wells nel 705 da Aldhelm, primo vescovo della nuova diocesi di Sherborne durante il regno di re Ine del Wessex. Era dedicato a Sant'Andrea e si trovava nel sito dei chiostri della cattedrale, dove sono visibili alcuni resti scavati. Il fonte battesimale nel transetto sud della cattedrale proviene da questa chiesa ed è la parte più antica dell'attuale edificio. Nel 766 Cynewulf, re del Wessex, firmò una carta che dotava la chiesa di undici appezzamenti di terreno. Nel 909 la sede della diocesi fu trasferita da Sherborne a Wells. Il primo vescovo di Wells fu Athelm (909), che incoronò re Æthelstan. Athelm e suo nipote Dunstan divennero entrambi arcivescovi di Canterbury. Durante questo periodo fu istituito un coro di ragazzi per cantare la liturgia. La Wells Cathedral School, che è stata istituita per educare questi ragazzi del coro, data la sua fondazione a questo punto. C'è, tuttavia, qualche polemica su questo. Dopo la conquista normanna, Giovanni di Villula trasferì la sede del vescovo da Wells a Bath nel 1090. La chiesa di Wells, non più cattedrale, aveva un collegio di clero secolare.

Sede del vescovo

Si pensa che la cattedrale sia stata concepita e iniziata intorno al 1175 da Reginald Fitz Jocelin, morto nel 1191. Sebbene dalle sue dimensioni sia chiaro che fin dall'inizio la chiesa fu progettata come cattedrale della diocesi, sede di il vescovo si trasferì tra Wells e le abbazie di Glastonbury e Bath, prima di stabilirsi a Wells. Nel 1197 il successore di Reginald, Savaric FitzGeldewin, con l'approvazione di papa Celestino III, trasferì ufficialmente la sua sede nell'Abbazia di Glastonbury. Il titolo di Vescovo di Bath e Glastonbury fu utilizzato fino a quando la pretesa di Glastonbury fu abbandonata nel 1219. Il successore di Savaric, Jocelin di Wells, trasferì nuovamente la sede vescovile all'Abbazia di Bath, con il titolo di Vescovo di Bath. Jocelin era un fratello di Hugh (II) di Lincoln ed era presente alla firma della Magna Carta. Jocelin continuò la campagna edilizia iniziata da Reginald e fu responsabile del Palazzo Vescovile, della scuola dei cantori, di un liceo, di un ospedale per viaggiatori e di una cappella. Fece costruire anche un maniero a Wookey, vicino a Wells. Jocelin vide la chiesa dedicata nel 1239 ma, nonostante molte pressioni sul papa da parte dei rappresentanti di Jocelin a Roma, non visse abbastanza da vedere concesso lo status di cattedrale. Il ritardo potrebbe essere stato il risultato dell'inerzia di Pandolfo Verraccio, un politico ecclesiastico romano, p