Il mondo prima del diluvio

Article

August 17, 2022

The World Before the Flood è un dipinto ad olio su tela dell'artista inglese William Etty, esposto per la prima volta nel 1828 e attualmente nella Southampton City Art Gallery. Raffigura una scena del Paradiso perduto di John Milton in cui, tra una serie di visioni del futuro mostrate ad Adamo, vede il mondo immediatamente prima del Diluvio Universale. Il dipinto illustra le fasi del corteggiamento descritte da Milton; un gruppo di uomini seleziona le mogli da un gruppo di ballerine, trascina la donna prescelta dal gruppo e si stabilisce con la vita matrimoniale. Dietro il gruppo di corteggiamento, incombe una tempesta in arrivo, prefigurando la distruzione che i ballerini e gli amanti stanno per portare su se stessi. Quando fu esposto per la prima volta alla Royal Academy Summer Exhibition del 1828, il dipinto attirò grandi folle e divise fortemente l'opinione critica. Fu molto lodato da molti critici, che lo annoverarono tra le migliori opere d'arte del paese. Altri revisori lo hanno condannato come grezzo, insapore, offensivo e mal eseguito. Il dipinto è stato acquistato alla Mostra estiva dal marchese di Stafford. Fu venduto nel 1908, molto tempo dopo che Etty era passata di moda, per una perdita sostanziale, e venduto di nuovo nel 1937 per un'ulteriore perdita sostanziale alla Southampton City Art Gallery, dove rimane. Un'altra opera di Etty, venduta come A Bacchanalian Scene nel 1830 e successivamente ribattezzata Landscape with Figures, fu identificata nel 1953 come uno schizzo a olio preliminare per The World Before the Flood e acquistata dalla York Art Gallery. I due dipinti sono stati esposti insieme come parte di un'importante retrospettiva del lavoro di Etty nel 2011-2012.

Sfondo

William Etty nacque nel 1787, figlio di un fornaio e mugnaio di York. L'8 ottobre 1798, all'età di 11 anni, fu apprendista come tipografo da Robert Peck di Hull, editore del quotidiano locale Hull Packet. Dopo aver completato il suo apprendistato di sette anni si trasferisce all'età di 18 anni a Londra, con l'intenzione di diventare un pittore di storia nella tradizione degli antichi maestri. Fortemente influenzato dalle opere di Tiziano e Rubens, presentò dipinti alla Royal Academy of Arts e alla British Institution, che furono tutti rifiutati o ricevettero scarsa attenzione quando furono esposti. Nel 1821 la Royal Academy accettò ed espose una delle opere di Etty, L'arrivo di Cleopatra in Cilicia (noto anche come Il trionfo di Cleopatra). Il dipinto fu accolto molto bene e molti dei colleghi artisti di Etty lo ammirarono molto. Fu eletto Accademico Reale a pieno titolo nel 1828, a quel tempo l'onore più prestigioso a disposizione di un artista. Divenne molto rispettato per la sua capacità di catturare accuratamente i toni della pelle e per il suo fascino per i contrasti nei toni della pelle. Nel decennio successivo alla mostra di Cleopatra Etty cercò di replicare il suo successo dipingendo figure di nudo in contesti biblici, letterari e mitologici. Sebbene alcuni nudi di artisti stranieri fossero conservati in collezioni private inglesi, il paese non aveva tradizione di raffigurare figure svestite e il l'esposizione e la distribuzione di tale materiale al pubblico era stata soppressa dal Proclama per lo scoraggiamento del vizio del 1787. Etty è stata la prima artista britannica a specializzarsi in dipinti di nudi e la reazione del pubblico ignorante a questi dipinti ha causato preoccupazione per tutto il XIX secolo. Molti critici hanno condannato le sue ripetute raffigurazioni di nudità femminile come indecenti, sebbene i suoi ritratti di maschi in un simile stato di svestizione siano stati generalmente ben accolti.

Oggetto

Il mondo prima del diluvio illustra le righe 580–597 del libro XI del Paradiso perduto di John Milton. Tra le visioni del futuro che l'Arcangelo Michele mostra ad Adamo è il mondo dopo l'espulsione dal Giardino dell'Eden ma prima del Diluvio Universale. Questa sezione del Paradiso Perduto riflette un passaggio del sesto capitolo del Libro della Genesi: "Che i figli di Dio videro le figlie degli uomini che erano belle; e le presero mogli di tutto ciò che scelsero", un atto che w