L'Aia

Article

August 11, 2022

L'Aia (; olandese: Den Haag [dɛn ˈɦaːx] (ascolta) o 's‑Gravenhage [ˌsxraːvə(n)ˈɦaːɣə] (ascolta)) è una città e un comune sulla costa occidentale dei Paesi Bassi sul Mare del Nord. È la capitale amministrativa e reale dei Paesi Bassi e la sua sede del governo, nonché la capitale della provincia dell'Olanda Meridionale. Ospita la Corte internazionale di giustizia e la Corte penale internazionale. Con una popolazione di oltre mezzo milione, è la terza città più grande dei Paesi Bassi, dopo Amsterdam e Rotterdam. L'Aia è il comune principale dell'area urbana della Grande L'Aia, che comprende la città stessa e i suoi comuni suburbani, con oltre 800.000 abitanti, che la rendono la terza area urbana più grande dei Paesi Bassi, sempre dopo le aree urbane di Amsterdam e Rotterdam . L'area metropolitana di Rotterdam-L'Aia, con una popolazione di circa 2,4 milioni di abitanti, è una delle più grandi aree metropolitane d'Europa e la seconda più popolosa del paese, dopo l'area metropolitana di Amsterdam, e ospita l'aeroporto di Rotterdam L'Aia. Situata sulla costa occidentale dei Paesi Bassi, L'Aia si trova all'angolo sud-ovest della più grande conurbazione di Randstad, una delle più grandi conurbazioni del mondo. L'Aia è la sede del Gabinetto, degli Stati Generali, della Corte Suprema e del Consiglio di Stato dei Paesi Bassi, ma la città non è la capitale costituzionale, che è Amsterdam. Il re Guglielmo Alessandro vive a Huis ten Bosch e lavora al Palazzo Noordeinde a L'Aia, insieme alla regina Máxima. La maggior parte delle ambasciate straniere nei Paesi Bassi si trova in città. L'Aia è anche sede della sede mondiale della Royal Dutch Shell e di altre società olandesi. L'Aia è conosciuta come la sede del diritto internazionale e dell'arbitrato. La Corte Internazionale di Giustizia, il principale braccio giudiziario delle Nazioni Unite, si trova in città, così come la Corte Penale Internazionale, la Corte Permanente di Arbitrato, Europol e circa 200 altre organizzazioni governative internazionali.

Etimologia

L'Aia fu menzionata per la prima volta come Die Haghe nel 1242. Nel XV secolo entrò in uso il nome des Graven hage, letteralmente "Bosco del Conte", con connotazioni come "Siepe del Conte, recinto privato o terreno di caccia". L'ortografia "'s-Gravenhage" è stata ufficialmente utilizzata per la città dal XVII secolo in poi. Oggi questo nome viene utilizzato solo in alcuni documenti ufficiali come i certificati di nascita e di matrimonio. La città stessa usa "Den Haag" in tutte le sue comunicazioni.

Storia

Storia antica

L'area faceva parte della provincia romana della Germania Inferiore ed era vicina al confine dell'impero, il Limes germanico-retico superiore. Nel 1997 sono state scoperte quattro pietre miliari romane a Wateringse Veld. Gli originali sono nel museo "Museon". Le pietre miliari indicano la distanza dalla città romana più vicina, Forum Hadriani (odierna Voorburg), e possono essere datate al regno degli imperatori Antonino Pio (138-161; la colonna è datata 151), Caracalla (211-217), Gordiano III (238-244) e Decio (249-251).

Storia antica

Poco si sa sull'origine dell'Aia. Non ci sono documenti contemporanei che lo descrivono, e le fonti successive sono spesso di dubbia affidabilità. Quello che è certo è che L'Aia è stata fondata dagli ultimi conti della Casa d'Olanda. Floris IV possedeva già due residenze nella zona, ma presumibilmente nel 1229 acquistò una terza corte situata presso l'attuale Hofvijver, precedentemente di proprietà di una donna di nome Meilendis. Presumibilmente, Floris IV intendeva ricostruire la corte in un grande castello, ma morì in un torneo nel 1234, prima che fosse costruito qualcosa. Suo figlio e successore Guglielmo II visse a corte, e dopo essere stato eletto re dei romani nel 1248, tornò prontamente all'Aia e fece trasformare la corte in un "palazzo reale" (regale palacium), che in seguito sarebbe essere chiamato il Binnenhof ("Corte interna"). Morì nel 1256 be