Substrato (biologia)

Article

June 27, 2022

In biologia, un substrato è la superficie su cui vive un organismo (come una pianta, un fungo o un animale). Un substrato può includere materiali e animali biotici o abiotici. Ad esempio, le alghe incrostanti che vivono su una roccia (il suo substrato) possono essere esse stesse un substrato per un animale che vive sopra le alghe. I substrati inerti sono utilizzati come materiali di supporto per la crescita nella coltivazione idroponica delle piante. In biologia i substrati sono spesso attivati ​​dal processo nanoscopico di presentazione del substrato.

Abiotico

Substrato di cellulosa Lana di roccia

Nella biotecnologia animale

Requisiti per la coltura di cellule e tessuti animali

I requisiti per la coltura di cellule e tessuti animali sono gli stessi descritti per la coltura di cellule, tessuti e organi vegetali (Tecniche di coltura in vitro: principi biotecnologici). I requisiti desiderabili sono (i) aria condizionata di una stanza, (ii) stanza calda con registratore di temperatura, (iii) stanza per microscopi per eseguire lavori microscopici in cui dovrebbero essere installati diversi tipi di microscopi, (iv) stanza buia, (v) servizio locale, (vi) locale di sterilizzazione per la sterilizzazione della vetreria e dei terreni di coltura, e (vii) locale di preparazione per la preparazione dei terreni, ecc. Inoltre, le aree di stoccaggio dovrebbero essere tali in cui devono essere adeguatamente mantenuti: (i) liquidi-ambiente (4 -20°C), (ii) scaffalature in vetro, (iii) scaffalature in plastica, (iv) cassettiere per piccoli oggetti, (v) armadi per attrezzature speciali, rotazione lenta, (vi) contenitori per prodotti chimici.

Per la crescita cellulare

Esistono molti tipi di cellule vertebrate che richiedono supporto per la loro crescita in vitro, altrimenti non cresceranno correttamente. Tali cellule sono chiamate cellule dipendenti dall'ancoraggio. Pertanto, molti substrati che possono essere di tipo adesivo (ad es. plastica, vetro, palladio, superfici metalliche, ecc.) o non adesivi (ad es. agar, agarosio, ecc.) possono essere utilizzati come discusso di seguito: Plastica come substrato. Le plastiche usa e getta sono un substrato più economico in quanto sono comunemente costituite da polistirene. Dopo l'uso devono essere smaltiti correttamente. Prima dell'uso vengono trattati con radiazioni gamma o arco elettrico semplicemente per sviluppare cariche sulla superficie del substrato. Dopo la crescita cellulare dovrebbe essere misurato il suo tasso di proliferazione. Inoltre, gli altri materiali plastici utilizzati come substrato sono teflon o politetrafluoroetilene (PTFE), thermamox (TPX), polivinilcloruro (PVC), policarbonato, ecc. Deve essere coltivato un monostrato di cella. Inoltre, sono disponibili anche perle di plastica di polistirene, sephadex e poliacrilammide per la crescita cellulare in coltura in sospensione. Il vetro come substrato. Il vetro è un importante substrato utilizzato in laboratorio in diverse forme come provette, vetrini, coprioggetto, pipette, flaconi, bacchette, bottiglie, piastre di Petri, apparecchi vari, ecc. Questi vengono sterilizzati utilizzando prodotti chimici, radiazioni, calore secco (in forno ) e calore umido (in autoclave). Palladio come substrato. Per la prima volta il palladio depositato su agarosio è stato utilizzato come substrato per la crescita di fibroblasti e glia.

Riferimenti

Collegamenti esterni

"Coltivazione micro-vegetale" con substrati abiotici in casa