Stefano V d'Ungheria

Article

August 17, 2022

Stefano V (ungherese: V. István, croato: Stjepan V., slovacco: Štefan V; prima del 18 ottobre 1239 – 6 agosto 1272, isola di Csepel) è stato re di Ungheria e Croazia tra il 1270 e il 1272 e duca di Stiria dal 1258 al 1260. Era il figlio maggiore del re Béla IV e Maria Laskarina. Il re Béla fece incoronare re suo figlio all'età di sei anni e lo nominò duca di Slavonia. Ancora bambino, Stefano sposò Elisabetta, figlia di un capo dei Cumani che suo padre si stabilì nella Grande Pianura Ungherese. Re Béla nominò Stefano Duca di Transilvania nel 1257 e Duca di Stiria nel 1258. I nobili locali della Stiria, che era stata annessa quattro anni prima, si opposero al suo governo. Assistiti dal re Ottokar II di Boemia, si ribellarono ed espulsero le truppe di Stefano dalla maggior parte della Stiria. Dopo che Ottokar II sconfisse l'esercito unito di Stefano e suo padre nella battaglia di Kressenbrunn il 12 luglio 1260, Stefano lasciò la Stiria e tornò in Transilvania. Stefano costrinse suo padre a cedergli tutte le terre del Regno d'Ungheria a est del Danubio e adottò il titolo di re minore nel 1262. In due anni scoppiò una guerra civile tra padre e figlio, perché Stefano accusò Béla di volerlo diseredare. Hanno concluso un trattato di pace nel 1266, ma la fiducia non è mai stata ripristinata tra di loro. Stefano succedette al padre, che morì il 3 maggio 1270, senza difficoltà, ma sua sorella Anna e i consiglieri più stretti di suo padre fuggirono nel Regno di Boemia. Ottokar II invase l'Ungheria nella primavera del 1271, ma Stefano lo mise in fuga. Nell'estate successiva, un signore ribelle catturò e imprigionò il figlio di Stefano, Ladislao. Poco dopo, Stephen si ammalò inaspettatamente e morì.

Infanzia (1239–1245)

Stefano era l'ottavo figlio e primo figlio maschio del re Béla IV d'Ungheria e di sua moglie, Maria, figlia di Teodoro I Lascaris, imperatore di Nicea. Nacque nel 1239. L'arcivescovo Roberto di Esztergom lo battezzò il 18 ottobre. Il bambino, erede apparente dalla nascita, prese il nome da Santo Stefano, primo re d'Ungheria.Béla e la sua famiglia, incluso Stefano, fuggirono a Zagabria dopo che i mongoli avevano annientato l'esercito reale nella battaglia di Mohi l'11 aprile 1241. I mongoli attraversarono il Danubio ghiacciato nel febbraio 1242 e la famiglia reale scappò fino alla città dalmata ben fortificata di Trogir. Il re e la sua famiglia tornarono dalla Dalmazia dopo che i mongoli si erano inaspettatamente ritirati dall'Ungheria a marzo.

Junior re

Duca di Slavonia (1245–1257)

Una carta reale del 1246 menziona Stefano come "re e duca di Slavonia". A quanto pare, l'anno precedente, Béla aveva incoronato suo figlio come re minore e dotato delle terre tra il fiume Dráva e il mare Adriatico, secondo gli storici Gyula Kristó e Ferenc Makk. Le province di Stefano, che aveva sette anni, Croazia, Dalmazia e Slavonia, erano amministrate da governatori reali, noti come bans. In una lettera indirizzata a papa Innocenzo IV alla fine degli anni 1240, Béla IV scrisse che "[a] nome della cristianità abbiamo fatto sposare nostro figlio con una cumana". La sposa era Elisabetta, figlia di un capo dei Cumani che Béla aveva invitato a stabilirsi nelle pianure lungo il fiume Tibisco. Elisabetta era stata battezzata, ma dieci capi Cumani presenti alla cerimonia prestarono comunque il loro consueto giuramento su un cane tagliato in due da una spada.

Duca di Transilvania e Stiria (1257–1260)

Quando Stefano raggiunse la maggiore età nel 1257, suo padre lo nominò Duca di Transilvania. Il governo di Stefano in Transilvania fu di breve durata, poiché suo padre lo trasferì in Stiria nel 1258. La Stiria era stata annessa nel 1254, ma i signori locali si ribellarono ed espulsero il governatore di Béla IV, Stefano Gutkeled, prima della nomina di Stefano. Stefano e suo padre invasero congiuntamente la Stiria e sottomisero i ribelli. Oltre alla Stiria, Stefano ricevette da suo padre anche due contee vicine, Vas e Zala, in Ungheria. Ha lanciato un raid di saccheggio in Carinzia in primavera